LA SECONDA GUERRA MONDIALE in 3D

 

 
 
 
 
 
Sempre più interessanti i documentari che Cinehollywood distribuisce estraendoli dal catalogo di History Channel. Ora è la volta addirittura del 3D.
 

 

Potrà apparire (forse) incredibile ai più venire a sapere che durante la Seconda Guerra Mondiale i Nazisti (ma anche gli Alleati) hanno utilizzato una forma – assai evoluta per il tempo – di tecnologia di ripresa 3D. Una materia questa di ampio interesse, non solo storico, per gli innumerevoli appassionati e attenti studiosi di fatti relativi all’ultimo conflitto mondiale, e che ora trova una sua dimensione compiuta ai nostri giorni con l’avvento del 3D stereoscopico dell’Home Entertainment. Non dimentichiamo poi che a solleticare la fantasia dei fruitori, sugli effetti del 3D riguardo la II^ Guerra Mondiale, provvedono già da qualche tempo alcuni dei videogame interattivi più popolari, come ad esempio “Destroyer Command – WWII Naval Combat Simulation”, “Silent Hunter 2” o “Brothers in Arms DS”. Hitler è stato uno stratega raffinato che ha costruito il suo potere anche (ed in larga misura) sulla forza mediatica e propagandistica delle immagini che lo ritraevano in determinati contesti. Ovviamente si tratta di immagini (fotografie in prevalenza) che hanno nel taglio, nella sapienza di angolatura delle inquadrature (fotografiche e documentaristiche), quel look tridimensionale di cui parliamo – e non certo per precipue qualità assimilabili a quelle odierne – e che grazie ad un attento lavoro di restauro e di pulizia oggi entrano nelle nostre case per mezzo di un Blu-Ray come questo, “La Seconda Guerra Mondiale in 3D”, curato dal canale History Channel HD. Si scopre che quelle fotografie sono meno ‘piatte’ di quanto si possa immaginare, gli spettatori vengono letteralmente catapultati nelle trincee e nel bel mezzo dei campi di battaglia. Anche reporter francesi, americani e inglesi hanno utilizzato la tecnologia tridimensionale per fini bellici, con un realismo più crudo a smascherare il ‘grande inganno’ delle strategie di manipolazione delle informazioni e quelle militari dei nazisti; infatti alcuni piloti della RAF usavano un semplice stereoscopio per catturare delle immagini in 3D e svelare i piani di Hitler. E qualcosa di ciò viene mostrato in questo pregevole documentario, che è quasi tutto dedicato a ripercorrere la storia del Nazismo. La visione vi convincerà della spettacolarità di immagini che sembravano inesorabilmente destinate ad un oblio (puramente) vintage. Come detto le immagini hanno un impatto visivo (fatti i necessari distinguo) incredibile, vengono minuziosamente descritte (e documentate) le tecniche di fotografia e di ripresa adottate da chi era preposto a questo compito. Video 1080i, tracce audio multicanale in italiano ed inglese (sottotitolato in italiano), nessun extra. All’interno della confezione troviamo un booklet di 16 pagine, “In 3D – Dalle pitture rupestri a Hitler”, con una dettagliata ed esaustiva descrizione dell’evoluzione della concezione stereoscopica e dell’utilizzo del 3D da parte dei nazisti.

 

(Luigi Lozzi)                                                © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

NOTE TECNICHE
Il Film

LA SECONDA GUERRA MONDIALE IN 3D

(WWII in 3D)

Usa, 2012, 45’

 

Informazioni tecniche del Blu-Ray

Aspect Ratio: 1.85:1 / 1920x108i (AVC/MPEG-2)
Audio: Italiano, Inglese  Dolby Digital 5.1
Distributore: History Channel/Cinehollywood
Prezzo: Euro 19,99 [BD in versione 3D e 2D + booklet]

 

Se sei interessato all’acquisto: