Nino Manfredi - Tanto Pe' Cantà [1970]

Un gioiello scansonato e ironico della canzone dialettale scritto e cantato da Ettore Petrolini nel 1932 ma portato al successo nell'interpretazione che ne diede Nino Manfredi nel 1970. Manfredi si calava da attore nell'interpretazione del brano - si limitava a cambiare la parola 'rincojoniva' con 'rintontoniva' - e ne veniva fuori una versione quanto mai accattivante. La canzone è diventata, grazie a Manfredi, uno standard della canzone romanesca ed ha beneficiato di innumerevoli cover ed oltre all'originale di Petrolini abbiamo scelto quelle di Gabriella Ferri, Alvaro Amici, Gigi Proietti e Renzo Arbore, Enrico Brignano e Giorgio Panariello, Tiziano Ferro, i Vianella. Paolo Bonolis e Luca Laurenti l'hanno utilizzata per la loro "Bucatini Disco Dance" mentre due anni prima di Manfredi, nel 1969 la svedese Agnetha Fältskog, prima ancora di entrare nel gruppo degli Abba, ed ottenere il successo stratosferico che tutti conoscono, l'aveva inclusa nel brano "Zigenarvän".

Nino Manfredi - Tanto pe' cantà [1970]