Home Video

A HISTORY OF VIOLENCE di David Cronenberg in Blu-Ray

 

 
 
 
 
 
Nel panorama cinematografico internazionale, quella di David Cronenberg è una delle figure più emblematiche ma anche più amate dai cinefili.

 

 

Il cinema di David Cronenberg ha sempre eluso schemi e regole consolidate per farsi destabilizzante e anticonvenzionale, per trascinare lo spettatore (con il suo consenso) in una dimensione angosciante e visionaria. Questo suo film del 2005, tratto dall’omonimo romanzo a fumetti scritto da John Wagner e disegnato da Vince Locke, come l’intera opera del regista canadese, è incentrato su un tema a lui caro come quello dell’identità smarrita (il titolo sta per "Un passato violento") – gli altri temi, sapete, girano sempre intorno al corpo e alle sue mutazioni, all’insanabile dissidio tra la carne e la tecnologia, alla psicanalisi e al doppio -, questa volta però senza sentire la necessità di portare i prodromi della sua poetica alle più provocatorie ed estreme conseguenze visive. Basta scorrere la sua filmografia per cogliere in alcune delle sue opere il senso di quanto affermato: “Brood-La covata malefica”, “Scanners”, “Videodrome”, “La mosca”, “Inseparabili”, “Il pasto nudo”, “Crash”, “eXistenz”, “Spider”. Qui il plot narrativo si allinea a quello classico del noir e contrariamente al tenore delle sue abitudini Cronenberg non calca la mano e, fatte salve le qualità d’insieme (girato con maestria, atmosfere pregnanti), sembra di trovarci più dalle parti di Hitchcock che del Cronenberg che conosciamo. Una spiegazione (che può chiarire molte cose agli appassionati rimasti un po’ spiazzati) l’ha data lo stesso regista nella conferenza stampa di presentazione del film a Cannes 2005: è stato chiamato a dirigere un progetto già in fase avanzata di realizzazione. Ciononostante il regista canadese è stato capace di vestire il film d’un tocco personale; egli ha messo in mostra il ‘nostro’ cuore di tenebra. Tra le sue mani le scene più dure si fanno spiazzanti e crude e la materia del film assurge a riflessione d’autore sull’impatto che la violenza ha sull'uomo, facendo emergere come questo problema costituisca un elemento distintivo di tutta la società americana. Il protagonista Tom Stall (il Viggo Mortensen che molti hanno imparato a conoscere dalla trilogia de “Il Signore degli Anelli”) vive a Millbrook. Indiana, una pacifica e piccola cittadina della provincia americana ed ha una famiglia (una bella moglie avvocato e due figli) felice come tante. A sconvolgere la normalità della sua esistenza è una rapina compiuta ai danni del suo fast-food che innesta nell’uomo un’inattesa reazione (ricordate il Dustin Hoffman di “Cane di paglia”?) che porta all’uccisione dei malviventi. Il fatto trasformerà Tom in un piccolo grande eroe per la comunità, conteso dal circo mediatico che lo spinge sotto i riflettori della notorietà. Ma sono in agguato rivelazioni sconvolgenti che potrebbero mettere sotto una luce diversa un passato (forse sepolto)… Straordinari tutti gli interpreti (oltre Mortensen, Maria Bello e Ed Harris) ma una segnalazione particolare va a William Hurt col suo strepitoso monologo finale.
La resa qualitativa del trasferimento in High Definition è di prim’ordine pur senza la necessita di ricorrere ad artifici tecnici (fotografia, scenografia) tipici dei film d’alto budget. Tutto risulta molto naturale ed è (ovviamente) l’abilità del regista a fare la differenza con i tanti prodotti analoghi. Luminosità e contrasto hanno una stabilità soddisfacente e le immagini conservano un buon livello di saturazione per tutta la durata del film, anche in presenza di situazioni di scarsa illuminazione, scongiurando il rischio di difetti di compressione. Per quel che riguarda l’audio – benché coinvolgente nella misura giusta - va subito sottolineato che viene fatto un uso assai parco di rumori ed effetti, lasciando il contesto sonoro delle scene di maggiore enfasi narrativa ai margini della rappresentazione; si tratta di una scelta stilistica che vuole privilegiare la violenza che turbina interiormente rispetto a quella sbattuta con irrisoria facilità sullo schermo. Pregevoli gli extra con il commento audio di Cronenberg, una scena tagliata con spiegazione (dello stesso regista) del perché sia stata eliminata, uno speciale "Act of Violence" di un’ora, infine le differenze tra la versione americana del film e quella europea.

 

(Luigi Lozzi)                                                © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

NOTE TECNICHE
Il Film

A HISTORY OF VIOLENCE

(A History Of Violence)
Stati Uniti, 2005, 95’
Regia: David Cronenberg
Cast: Viggo Mortensen, Maria Bello, Ed Harris, William Hurt, Ashton Holmes, Heidi Hayes, Steve Arbuckle, Kyle Schmid.

Informazioni tecniche del Blu-Ray

Aspect Ratio: 1.85:1 1920x1080p/AVC MPEG-4
Audio: Italiano, Inglese DTS-HD 5.1
Distributore: Rai Cinema/01 Distribution
Prezzo: Euro 18,90 

Privacy & Cookie Policy

Privacy Policy Cookie Policy

Movie Library

IMAGE CLIP ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE COMMEDIE ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE DRAMMATICI   ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film...
IMAGE ACTION THRILLER ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE HORROR & FANTASCIENZA ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE VIDEO LIBRARY ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...

Una clip al giorno...

IMAGE Christmas Songs: Il meglio in 44 canzoni Qui abbiamo assemblato tutti assieme i video-clip di 44 brani natalizi interpretati dal meglio...
IMAGE Van McCoy - The Hustle [1975] Uno dei brani più popolari tra quelli che hanno contraddistinto gli anni d'oro della Disco Music,...
IMAGE Luigi Tenco - Ciao amore ciao [1967] È questa la canzone che, esclusa dalla finale del Festival di Sanremo '67, indusse Luigi Tenco al...
IMAGE Heaven 17 - Temptation [1983] Il brano di grande successo del gruppo synthpop britannico degli Heaven 17 che raggiunse il #2...
IMAGE Gloria Gaynor - I Will Survive [1978] Il brano che ha reso famosa Gloria Gaynor è uno dei pezzi Disco più conosciuti ed amati al mondo;...
IMAGE Doors - The End [1967] "The End" è uno dei più celebri ed importanti brani dei Doors, nato da una serie di...
IMAGE Buddy Holly - Everyday [1957] Brano scritto dallo sfortunato Buddy Holly (nome d'arte di Charles Hardin), uno dei primi grandi e...