Home Video

IL CASTELLO ERRANTE DI HOWL in Blu-Ray

 

 

 

Bisogna dare merito alla Lucky Red di aver contribuito (e non poco) a far conoscere nel nostro paese i gioielli dell’animazione giapponese dello Studio Ghibli e di Hayao Miyazaki in particolare. Ora anche con eccellenti edizioni in Alta Definizione.

“Il Castello errante di Howl”, tratto dal racconto fiabesco della britannica Diana Wynne Jones dell’86, risale al 2004, e segue nella filmografia di Miyazaki “La Città incantata” del 2001, premiato con il massimo riconoscimento, l’Oscar per l’Animazione nel 2003. È l’ennesimo anello utile a rinnovare la straordinaria poetica del maestro giapponese (consolidatasi nell’arco dell’ultimo decennio nel nostro paese ma in capo ad una carriera che ha avuto inizio quarant’anni fa) e che non disdegna di elaborare, grazie al filtro della sua sensibilità, gli stimoli che provengono dalla cultura occidentale (com’è appunto ribadito dal romanzo da cui ha preso origine il film). E il Festival di Venezia, nel 2005, lo ha premiato con un meritatissimo Leone d’Oro alla carriera.

La poetica di Miyazaki si muove tra realtà e metafora, i suoi tasselli vanno a comporre un mosaico che è incentrato su tematiche ambientali e stigmatizzano l’uso inappropriato delle tecnologie (troppo spesso conducono alla Guerra), proponendo sovente storie di esseri umani alle prese con creature soprannaturali, che incontrano in universi fantastici e da cui apprendono come amare la Natura e come rispettare quei valori che una tecnologia troppo spinta rischia di far smarrire. Miyazaki usa un linguaggio universale, in grado di superare qualsiasi barriera ideologica e territoriale, per sottolineare l’assurdità della Guerra, di qualsiasi Guerra, ed il potere salvifico dell’Amore. La protagonista, la timida diciottenne Sophie, che ha ereditato un negozio di cappelli dal padre nell’Inghilterra di fine Ottocento, in piena epoca vittoriana, fa la conoscenza casuale dell’affascinante mago Howl che abita in un castello in movimento, ma la strega delle Terre Desolate, gelosa di lei, la trasformata con un incantesimo in una vecchietta; l’unico in grado di sciogliere l’incantesimo è Howl. La ragazza riesce ad entrare nel castello come donna delle pulizie, mantenendo nascosta la propria identità.

Questa è una fiaba che, sebbene sia stata realizzata in maniera tradizionale, cattura il cuore per la poeticità della storia narrata e incanta gli occhi grazie a magnifici disegni; un intelligente spettacolo di intrattenimento per chiunque, adulti e bambini. Alcuni momenti della rappresentazione sono semplicemente incantevoli oltreché geniali, e lasciano a bocca aperta; come l’iniziale salvataggio dai demoni della ragazza da parte di Howl o quella porta che ogni volta si pare su paesaggi diversi. La giovane Sophie si ritrova ad affrontare il più classico dei percorsi di crescita e di formazione, partendo dall’iniziale, inestricabile groviglio tra il Bene e il Male, per approdare alla più sana e benaugurante consapevolezza delle proprie capacità, ma il regista si sofferma pure su quelle che sono le difficoltà della vecchiaia.

Già pubblicato in DVD nel 2005 (pure in una Special Edition da due dischi), “Il castello errante di Howl” beneficia del nuovo trasferimento in HD soprattutto perché a trarne i maggiori vantaggi (al di là delle sterili polemiche che uno zoccolo duro di appassionati ritiene di poter alimentare in Rete in nome di una ‘purezza’ di intenti che è ben lungi dall’essere perseguibile) sono proprio gli incantevoli disegni animati che compongono il film, vividi e caldi nei colori. Immagini che appagano lo sguardo per cromatismo, solidità del quadro e qualità del dettaglio; ridotti ai minimi termini i problemi legati ad una cattiva compressione. Audio proposto anche nella versione italiana, oltre che giapponese, in un apprezzabile DTS-HD Master Audio: puntuale nel centrare i dialoghi (puliti) e nel donare una qual spazialità sui diffusori laterali e qualche buon effetto (con una buona risposta del subwoofer) quando la scena sonora si amplia, nei momenti più animati dell’azione. Un ulteriore buon contributo viene assicurato dalle musiche di Joe Hisaishi, abituale collaboratore di Miyazaki. I Contenuti Speciali comprendono lo Storyboard del film, un'intervista alla scrittrice Diana Wayne Jones (7’), i trailer, una featurette sulla visita di Miyazaki alla Pixar (16’) ed una sugli effetti grafici utilizzati per rendere ‘vivo’ il castello di Hoewl (20’).

 

(Luigi Lozzi)                                                © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

Il Film
IL CASTELLO ERRANTE DI HOWL
(Hauru no ugoku shiro)
Giappone, 2004
Regia: Hayao Miyazaki

 


Informazioni tecniche del Blu-Ray
Durata: 119'
Video: 1.85:1 / HD 1920x1080p
Audio: Italiano, Giapponese  DTS-HD 5.1 Master Audio
Distributore: Lucky Red/Medusa
Prezzo: Euro 19,90

Privacy & Cookie Policy

Privacy Policy Cookie Policy

Movie Library

IMAGE CLIP ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE COMMEDIE ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE DRAMMATICI   ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film...
IMAGE ACTION THRILLER ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE HORROR & FANTASCIENZA ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE VIDEO LIBRARY ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...

Una clip al giorno...

IMAGE Pino Daniele - Napule è [1977] Nella notte tra il 4 e il 5 gennaio del 2015 se ne andava Pino Daniele (era nato a Napoli il 19...
IMAGE Richie Valens - La Bamba [1958] In origine "La Bamba" nasceva come brano folkloristico di musica messicana, poi è stata portata ad...
IMAGE Archies - Sugar Sugar [1969] Assai singolare la genesi di "Sugar, Sugar": il brano, un classico della bubblegum music scritto da...
IMAGE Adamo - Affida una lacrima al vento [1968] Salvatore Adamo, figlio di emigranti italiani, nato in Italia ma cresciuto in Belgio, dopo aver...
IMAGE Aphrodite's Child - It's Five O'Clock [1970] Dopo il clamoroso successo ottenuto con "Rain and Tears" nel '68, e bissato da "End Of the World",...
IMAGE Anita Ward - Ring My Bell [1979] Successo dell'era della Disco Music "Ring My Bell" veniva interpretato nel 1979 da Anita Ward al...
IMAGE David Bowie - Space Oddity [1969] "Space Oddity" è una delle più celebri canzoni di David Bowie e venne pubblicata come singolo...