Home Video

LA GRANDE ARTE in Blu-Ray

 

 

 

 

 

 

Da diversi anni a questa parte la Grande Arte gelosamente custodita nei musei si è aperta a percorsi di fruizione alternativi, nelle sale cinematografiche prima, nell’Home Entertainment poi, attraverso documentari così raffinati e ‘comunicativi’ da conquistare subito il pubblico e tali che si possa parlare di un vero e proprio fenomeno culturale. E Koch Media, in collaborazione con Nexo Digital, è stata assai attenta al fenomeno.

 

 

 

Studi recenti indicano che in media, durante le nostre visite ai musei, sostiamo davanti a un’opera d’arte per circa 8 secondi; prendendo spunto da questo dato statistico il mondo dell’Arte sta cominciando ad impegnarsi per promuovere un modo diverso di fruire l’arte, invitando il pubblico allo ‘slow looking’, ovvero ad ‘assaporare’ appieno il senso e la bellezza di ogni opera, dedicandole il giusto tempo all’interno dei percorsi museali. Questo approccio si basa sull’idea che, se vogliamo veramente conoscere un’opera d’arte, dobbiamo concentrarci su di essa, passare del tempo ad ammirarla, senza farci prendere dall’ansia di scoprire il capolavoro rinomato collocato magari nella sala accanto a quella in cui ci troviamo. In questa prospettiva vuole porsi il progetto della Grande Arte al Cinema che proprio nel buio delle sale cinematografiche vuole far recuperare allo spettatore quella ‘concentrazione’ che spesso manca nelle veloci ed affollate visite museali per approfondire e godere appieno, e senza distrazioni, la bellezza di quadri, sculture, mostre. C’è una grande domanda di un prodotto qualificato che parli d’arte. E il cinema è il mezzo più immediato dal punto di vista del pubblico non specializzato. Dopo il successo degli ultimi anni, il binomio Arte-Cinema sembra proprio essersi consolidato e anche per questa stagione sono numerosi i film d’arte programmati per una uscita breve ma significativa nelle sale, mentre quelli già proposti trovano la loro finale collocazione sul mercato dell’Home Entertainment. L'aiuto della tecnologia consente una visione inedita delle opere; grazie a movimenti di macchina, angolature e visuali ‘impossibili’, particolari estremi, grande profondità di campo. A questo si accompagna un racconto in cui intervengono gli studiosi più qualificati: la sfida è coniugare intrattenimento e cultura, con la ricerca di una specificità del linguaggio narrativo in equilibrio tra intrattenimento e rigore scientifico. La collaborazione tra Nexo Digital, responsabile della realizzazione e distribuzione in sala del fortunato ciclo di eventi denominato “La Grande Arte al Cinema”, e Koch Media per la diffusione in Home Video ha prodotto una serie di piccoli grandi eventi artistici. Il pregio maggiore di queste esperienze filmiche, le cosiddette “Exibition On Screen”, travalica la pura e semplice forma documentaristica passiva per imporsi, seppur in un contesto di museo virtuale, come autentica ‘visita guidata partecipata’ nella quale lo spettatore viene coinvolto in maniera attiva. Il fruitore finale, di fatto, viene sollecitato sia a seguire un percorso suggerito, sia a scegliere autonomamente come costruire e arricchire il proprio spazio artistico virtuale. È così che museo virtuale e museo narrato diventano gli ingredienti che compongono questi affascinanti viaggi nell’Arte. Nel 2020 Nexo Digital, nell’ambito di Exhibition on Screen, proporrà sul grande schermo una nuova stagione di film-documentari de “La Grande Arte al Cinema”, che si compone di sette titoli inediti in grado di spaziare dai grandi artisti rinascimentali, come Raffaello e Botticelli, ai ritrattisti, per arrivare fino alla pittura contemporanea di Lucian Freud, passando per gli Impressionisti. “La Grande Arte al Cinema” è un progetto originale ed esclusivo di Nexo Digital che dal suo debutto ad oggi ha già portato al cinema oltre 2 milioni di spettatori nel 2019. Secondo alcune rilevazioni del distributore Nexo Digital il pubblico è composto da giovani ‘art lovers’, una fascia più matura (simile a quello segue le dirette delle opere), famiglie. Ad accrescere l’offerta poi, da cinque anni prima Sky Arte e poi Rai 5 (non a caso due canali nativi digitali) curano palinsesti ad hoc sull’argomento. Il ritorno di interesse nei confronti dell’arte è un fatto, i dati di musei e mostre lo rispecchiano. Se una volta l’arte era vista come appannaggio di pochi esperti e appassionati, oggi c’è una domanda che cresce e si sta allargando come target. Dallo schermo delle sale allo schermo dei televisioni di grandi dimensioni delle nostre case il passo è stato breve, e quindi sono arrivati in DVD e Blu-Ray - progetto di Koch Media in collaborazione con Nexo Digital - titoli importanti quali il cofanetto dedicato a Monet che include due documentari unici dedicati al celebre pittore impressionista, “Io, Claude Monet”, diretto da Phil Grabsky, viaggio intimo nella vita dell’artista e nei luoghi che lo hanno ispirato, e “Le ninfee di Monet”, incantesimo di acqua e luce che illustra magistralmente l’ossessione per le ninfee del padre dell’Impressionismo, il Cofanetto Surrealismo che contiene “Salvador Dalí. La ricerca dell’immortalità” e “Bosch. Il giardino dei sogni”, il cofanetto “Hokusai dal British Museum”, “Tintoretto – Un ribelle a Venezia”, “Leonardo dalla National Gallery di Londra”, “Raffaello – Il Principe delle Arti”, “Klimt & Schiele. Eros e Psiche”, prodotto da 3D Produzioni e Nexo Digital che si concentra su scandali, sogni e ossessioni della Vienna dell’epoca d’oro e presenta le opere dell’Albertina, del Belvedere, del Kunsthistorisches, del Leopold, del Freud e del Wien Museum. Inoltre i più recenti “Caravaggio – L’anima e il sangue” e “Van Gogh – Tra il grano e il cielo”. Van Gogh è quasi certamente l'artista più amato al mondo; il più studiato, copiato, ammirato. Ed è proprio il Museo Van Gogh di Amsterdam ad aprire per la prima volta le sue porte al cinema e mostrare i suoi tesori in un sorprendente film evento che celebra il 125 'deg' anniversario della morte dell'artista. Grazie alla stretta collaborazione con gli esperti del Museo, gli spettatori potranno gustarsi sullo schermo i capolavori coloratissimi dell'artista mentre gli ospiti appositamente invitati getteranno nuova luce sulla figura di Vincent Van Gogh. “Raffaello - Il Giovane Prodigio”, diretto da Massimo Ferrari in occasione dei 500 anni dalla morte dell’artista, si propone di raccontare l’urbinate a partire dagli straordinari ritratti femminili realizzati dall’artista. La Madre, l’Amica, l’Amante Segreta e la Committente. Da Magia Ciarla, che morì quando il pittore aveva solo 8 anni, alle estimatrici che lo hanno aiutato nel suo successo, fino a colei che secondo la leggenda lo porterà alla morte. Figure realmente esistite ma anche frutto della sua fantasia, tutte queste donne raccontano un momento preciso della breve vita del pittore. Capace di ritrarre un ideale di bellezza celestiale, Raffaello (1483-1520) è stato in grado di concentrare il suo sguardo più che sulla fisicità sulla loro psicologia, innalzandone in maniera dirompente il carattere. Grazie a interventi di esperti di fama internazionale, il docu-film ci porterà alla scoperta delle città e dei luoghi più significativi di uno dei più sublimi pittori del Rinascimento. Con “Leonardo dalla National Gallery di Londra” possiamo ammirare i dipinti e i disegni del genio del Rinascimento; opere quali La Gioconda, L’Ultima cena, La Dama con l’ermellino, Ginevra de ‘Benci, La Madonna Litta, La Vergine delle Rocce, che si possono ‘godere’ con qualità Ultra HD. L’obiettivo dei realizzatori è stato anche quello di ripercorrere, attraverso la sua Arte, anche la vita di Leonardo (1452-1519), mettendo l’accento sull’inventiva, sulle indubbie capacità scultoree, sulla lungimiranza nell’ambito dell’ingegneria militare e sulla capacità di districarsi nelle vicende politiche del suo tempo. “L’impressionismo” ci conduce per mano nell’universo della pittura in un percorso articolato tra i quadri di Manet, Caillebotte, Renoir, Monet, Berthe Morisot, Sisley, Signac, Cézanne, laddove immagini di ampio respiro troveranno la loro collocazione ideale nelle analisi di esperti, storici, artisti e altre figure legate al mondo della pittura moderna e della cultura visuale: Come guardavano il mondo gli impressionisti? Come furono accolte le loro opere? Come sono passate dall’essere rifiutate da critica e pubblico a diventare in pochi anni tra le più amate nel mondo? “Botticelli e Firenze - La Nascita della Bellezza”, diretto da Marco Pianigiani, si occupa di Bellezza, creatività, genio; quando la Firenze rinascimentale di Lorenzo de’ Medici, detto il Magnifico, è un concentrato di arte e cultura, ma non solo. Tra le innumerevoli botteghe e i palazzi del governo, tanta bellezza convive con il lato oscuro della città, fatto di lotte per il potere e intrighi di efferata violenza. Un artista, più di tutti, ha saputo proiettare nelle sue opere, le luci e le ombre di un’epoca destinata a rimanere indimenticata: Sandro Botticelli (1445-1510). Attraverso le immagini del documentario possiamo rivivere la Firenze delle botteghe attraverso la vita di Botticelli, le collaborazioni, le sfide e i successi. Dall’esordio sotto l’ala dei Medici, Botticelli si impone come l’inventore di una Bellezza ideale, che trova la sua massima espressione in opere come Primavera e Nascita di Venere. La morte di Lorenzo Il Magnifico, le prediche apocalittiche di Girolamo Savonarola e i falò delle vanità, segnano la parabola discendente del maestro fiorentino, destinato a un oblio di oltre tre secoli. La riscoperta di Botticelli ad opera dei Pre-Raffaelliti dà inizio un’autentica Botticelli-mania, che dal XIX secolo si protrae fino a oggi. Da Salvador Dalì a Andy Warhol, da David LaChapelle a Jeff Koons e Lady Gaga, nessuno sembra immune al fascino eterno di Botticelli e delle sue opere, continuamente re-immaginate dagli artisti di ogni sorta, fino a entrare nell’immaginario collettivo. Raffinato disegnatore, ritrattista rivoluzionario, straordinario interprete del suo tempo: questo è Sandro Botticelli, l’inventore della Bellezza. “Picasso”, distribuito da Koch Media su due dischi, è suddiviso tra il film evento “Il giovane Picasso” (91 minuti) diretto da Phil Grabsky, incentrato sugli anni in cui Pablo diventò Picasso, l’artista moderno più famoso del mondo, il genio dell’arte del XX secolo, e “Hitler contro Picasso e gli altri” (95 minuti).

Pablo Picasso, uno dei nomi più famosi della storia dell’arte. Un volto noto a tutti, opere che sono diventate icone mondiali e l’appassionante documentario ci porterà nella vita del pittore come se ci trovassimo in una detective story, svelando passo dopo passo i fatti che portarono un ragazzo proveniente dal sud della Spagna alla notorietà mondiale. Il docu-film indaga il ruolo fondamentale che nella vita dell’artista ebbero Málaga, Barcellona e Parigi, ricordando perché ciascuna di esse fu così significativa nel corso della sua formazione. La prima, Malaga, è la città natale di Pablo, quella dove Picasso y Ruiz nacque il 25 ottobre 1881 e si appassionò all’arte, dipingendo all’età di otto anni il suo primo quadro: una corrida, naturalmente. L’amore per la pittura era un’eredità ricevuta dal padre, Josè Ruiz, artista e poi professore di disegno, ma anche dal nonno don Diego Ruiz, guantaio con un innato istinto per il disegno e la musica. La seconda, Barcellona, è il luogo dove Picasso cominciò la Scuola di Belle Arti e ne contrastò subito l’accademismo, innamorandosi invece dell’architettura della città e dell’eclettismo di Gaudì. Dopo alcuni soggiorni nella capitale spagnola, Madrid, dove frequenta l’Academia Real di San Fernando, Picasso tornerà a Barcellona per inserirsi nell’ambiente stimolante del caffè Els Quatre Gats, simbolo del Modernismo architettonico catalano e luogo di incontro privilegiato dei giovani artisti e intellettuali della città. Il suo stile si andrà evolvendo fino a toccare un simbolismo che prelude al periodo Blu. Attratto dai Preraffaeliti, Picasso deciderà poi di recarsi a Londra, ma non la raggiungerà mai. Perché la tappa intermedia a Parigi diventerà cruciale: qui, gli incontri con artisti e collezionisti saranno fondamentali per la sua attività artistica, alimentando l’indole del pittore, naturalmente volta alla sperimentazione. “Hitler contro Picasso e gli altri” invece, diretto da Claudio Poli, su soggetto di Didi Gnocchi e sceneggiatura di Sabina Fedeli e Arianna Marelli, si concentra sull’ossessione nazista per l'arte e ci conduce tra Parigi, New York, l'Olanda e la Germania, dove sono state organizzate quattro esposizioni per restituire dignità a tutti gli artisti che il regime nazista mise all'indice, disprezzò, condannò, sottrasse e fece scomparire, tra cui Max Beckmann, Paul Klee, Oskar Kokoschka, Henri Matisse, Otto Dix, Marc Chagall, El Lissitzky e Pablo Picasso. L’appassionante film racconta ciò che accadde proprio 80 anni fa, quando il regime nazista bandì la cosiddetta ‘arte degenerata’ e organizzò a Monaco un'esposizione per condannarla e deriderla, insieme a una mostra per esaltare la ‘pura arte ariana’. Era “La Grande Esposizione di Arte Germanica” del 1937. Da quel momento esplose una razzia di opere d'arte nei musei dei territori occupati dal regime e nelle case private dei collezionisti. Si calcola che le opere sequestrate nei musei tedeschi siano state oltre 16mila e che in tutta Europa superarono i 5 milioni. Attraverso interviste, testimonianze e preziosi materiali d'archivio, il film svolge l'importante funzione di ricostruire la storia di questo periodo storico-artistico e restituisce alla memoria opere che rischiavano di venire dimenticate. Il film vede la partecipazione straordinaria di Toni Servillo e la colonna sonora originale firmata da Remo Anzovino.

 

(Luigi Lozzi)                                           © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

Galleria immagini


(immagini per cortese concessione della Nexo Digital/Koch Media)

 

 

 

 

 

 

NOTE TECNICHE
Il Film

VAN GOGH TRA IL GRANO E IL CIELO

(Van Gogh tra il grano e il cielo) 
Italia, 2018, 90’
Regia: Giovanni Piscaglia


Informazioni tecniche del Blu-Ray

Aspect ratio: 1.85:1 1920x1080p/AVC MPEG-4

Audio: Italiano, Inglese DTS-HD Master Audio 5.1
Distributore: Nexo/Koch Media

 

 

NOTE TECNICHE
Il Film

CARAVAGGIO – L’ANIMA E IL SANGUE

(Caravaggio – L’Anima e il Sangue)
Italia, 2018, 95’
Regia: Jesus Garces Lambert


Informazioni tecniche del Blu-Ray

Aspect ratio: 2.35:1 1920x1080p/AVC MPEG-4

Audio: Italiano, Inglese DTS-HD Master Audio 5.1
Distributore: Nexo/Koch Media

 

 

NOTE TECNICHE
Il Film

PICASSO

(Il giovane Picasso)
(Hitler contro Picasso e gli altri)
Spagna, 2018, 91’ / Italia, 2018, 95’
Regia: Phil Grabsky / Claudio Poli

 

Informazioni tecniche del Blu-Ray

Aspect ratio: 1.85:1 1920x1080p/AVC MPEG-4

Audio: Italiano, Inglese DTS-HD Master Audio 5.1
Distributore: Nexo/Koch Media [2 dischi]

 

 

 

 

 

 

Privacy & Cookie Policy

Privacy Policy Cookie Policy

Movie Library

IMAGE CLIP ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE COMMEDIE ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE DRAMMATICI   ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film...
IMAGE ACTION THRILLER ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE HORROR & FANTASCIENZA ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE VIDEO LIBRARY ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...

Una clip al giorno...

IMAGE Christmas Songs: Il meglio in 44 canzoni Qui abbiamo assemblato tutti assieme i video-clip di 44 brani natalizi interpretati dal meglio...
IMAGE Van McCoy - The Hustle [1975] Uno dei brani più popolari tra quelli che hanno contraddistinto gli anni d'oro della Disco Music,...
IMAGE Luigi Tenco - Ciao amore ciao [1967] È questa la canzone che, esclusa dalla finale del Festival di Sanremo '67, indusse Luigi Tenco al...
IMAGE Heaven 17 - Temptation [1983] Il brano di grande successo del gruppo synthpop britannico degli Heaven 17 che raggiunse il #2...
IMAGE Gloria Gaynor - I Will Survive [1978] Il brano che ha reso famosa Gloria Gaynor è uno dei pezzi Disco più conosciuti ed amati al mondo;...
IMAGE Doors - The End [1967] "The End" è uno dei più celebri ed importanti brani dei Doors, nato da una serie di...
IMAGE Buddy Holly - Everyday [1957] Brano scritto dallo sfortunato Buddy Holly (nome d'arte di Charles Hardin), uno dei primi grandi e...