MEN IN BLACK INTERNATIONAL di F. Gary Gray in Blu-Ray

 

 

 

 

 

Sono passati 22 anni dal primo “Men in Black” e gli agenti K e J, interpretati rispettivamente Tommy Lee Jones e Will Smith, vengono mandati in pensione e sostituiti da una nuova coppia di protagonisti. Produce Columbia Pictures e distribuisce Universal Pictures HE un ottimo Blu-Ray sotto il profilo tecnico.
 

 

 

 

 

 


A quel film del 1997 ne seguirono altri due, nel 2002 e nel 2012, a comporre un franchise di grande successo nato da un fumetto di culto ed entrato di prepotenza nel cultura pop contemporanea. La volontà dei produttori oggi è quella di dare un restart (o reboot che dir si voglia) alla arcinota saga degli ‘agenti in nero’ che danno la caccia ad alieni presenti sulla Terra sotto mentite spoglia con la promessa, riguardo i vecchi protagonisti, resa esplicita dal lancio: «Li avete amati ma li dimenticherete»; avendo l’ambizione di resettare la memoria degli spettatori e offrire al pubblico una rinnovata e puntuale miscela di nuovo e stereotipi consolidati, con lo stesso identico taglio da commedia fantascientifica, ironica e grottesca. Tommy Lee Jones e Will Smith, rispettivamente gli agenti K e J, vestiti come i Blues Brothers, formavano una irresistibile ‘odd-couple’ ben assortita, il primo impassibile e dallo sguardo impenetrabile, il secondo più ciarliero, esuberante e imprevedibile. I Men in Black – lo ricordiamo - sono agenti segreti vestiti in nero che costituiscono una associazione, sconosciuta alla gente, che ha lo scopo di coordinare l'afflusso degli alieni sulla terra e prendersi cura degli indesiderati e dei malvagi. Questo “Men In Black: International”, quarto film del brand di successo, introduce sostanzialmente una importante variante, ovvero quella che la nuova coppia che dà la caccia agli extraterrestri è mista, sia per sesso che per razza, ed è composta da Chris Hemsworth (agente H) e Tessa Thompson (agente M), già protagonisti dei personaggi di Thor e di Valchiria nella saga dei supereroi targati Marvel. Tra l’agente H e l’agente M si instaura un confronto nel quale reciprocamente mettono a nudo i propri vizi e le proprie debolezze, i due potrebbero anche innamorarsi se non fossero entrambi impegnati a salvare l'umanità. Sinossi: una ragazza di colore, Molly (Tessa Thomson), da bambina ha un incontro con un alieno e vede di nascosto i suoi genitori subire la cancellazione della memoria da parte degli ‘agenti in nero’ perché non ricordino quanto accaduto. Da grande va alla caccia dei Men in Black fino a quando riesce a farsi assumere in prova. Entrata nell’organizzazione come M ed affiancata all'agente H (Chris Hemworth), bello e un po’ tonto, entrambi agli ordini del Direttore T (Liam Neeson), verrà inviata a Londra in missione: la coppia scoprirà che all'interno dell’agenzia c'é una talpa o meglio un alieno travestito da uomo che mette in pericolo l'esistenza del Mondo. Certo – va detto – il primo esilarante film, quello del 1997, tratto dal fumetto di culto firmato da Lowell Cunningham e Sandy Carruthers e intinto di pulp, è in assoluto il migliore, irraggiungibile per i suoi sequel ma anche per questo reboot, fondamentalmente perché l’originalità del primo impianto, la grande inventiva dark, l’uso intelligente degli effetti digitali, la verve e la simpatia degli interpreti, impegnati a difendere l'umanità anche dai ricordi più scioccanti, resettando con pistole laser la memoria dei testimoni, sono difficilmente eguagliabili; è svanito l’effetto sorpresa. Si partiva da uno spunto semplice quanto geniale, e cioè che la Terra è piena di alieni di ogni forma e provenienza, non sempre ben intenzionati né in regola con le leggi sull'immigrazione, mimetizzati fra gli umani fino a quando non vengono smascherati e neutralizzati dai MIB. I nuovi cacciatori di alieni suscitano tutt’al più un effetto nostalgia; quello che probabilmente si sono proposti i realizzatori nel tentativo di catturare l’attenzione del pubblico di mezza età oltre a quella dei ragazzini. Il nuovo episodio della serie mostra una certa stanchezza nel cercare di aggiornare il repertorio degli odierni effetti speciali, ed anche confrontarsi con il politically correct, senza arrivare ad una sintesi efficace. Così per il nuovo film dal sapore dèjà vu la sceneggiatura è assai essenziale e modesta, i dialoghi non brillano affatto, le trovate – sempre in ambito dell’action-movie in salsa comedy - sono prevedibili e poco coinvolgenti, mentre desta curiosità quell’ambientazione finale nella baia di Napoli. Una considerazione di merito a parte si può fare per i due cattivi del film, i gemelli ballerini francesi (Les Twins, gli strabilianti Laurent e Larry Bourgeois), che appaiono circondati sempre da una nuvola fiammeggiante. Poi c’è la scena al bar, divertente ma ripetuta per l’ennesima volta, con la moltitudine di uomini e alieni presa senza colpo ferire da una analoga (e diventata di ‘culto’) del primo film di “Star Wars” del 1977. La regia è passata nelle mani di Barry Sonnenfeld (artefice di tutti i precedenti capitoli della saga) a quelle di F. Gary Gray, specialista del genere, regista affermato grazie ad ‘action-movie’ quali “Il negoziatore” (1998), “Il risolutore” (2003), “The Italian Job” (2003), o altri come “Be Cool” (2005) e “Straight Outta Compton” (2015), e reduce dal successo dell'ennesimo capitolo di “Fast & Furious”, l’ottavo del 2017. Si registrano poi nel film le importanti interpretazioni a supporto, e nulla di più, di Liam Neeson e di Emma Thompson, autoironici nel ruolo di vecchi capi dell'agenzia. Al Box Office di tutto il mondo “Men in Black – International” (con un budget di 110 milioni di dollari) ha incassato complessivamente quasi 254 milioni dei quali solamente 80 milioni sul suolo nord-americano; in Italia il film ha incassato nelle prime 7 settimane di programmazione 2,8 milioni di euro e 1,1 milioni di euro nel primo weekend.
TECNICA
Il film è stato girato in digitale e da questo si è ottenuto il Digital Intermediate 2K che costituisce il cuore dell’edizione in Blu-Ray e in 4K; aspect ratio desueto a 2.00:1. Diciamo subito che le immagini hanno un livello qualitativo superlativo, con dettaglio straordinario (buona resa anche in situazioni precarie di luminosità), neri solidi e senso di profondità assai accentuato, palette cromatica brillante. Il comparto audio offre una traccia italiana in DTS-HD Master Audio 5.1 canali che non sfigura al confronto con quella originale inglese, dotata però di maggiore ‘freschezza’ dinamica. Ogni piccolo elemento a margine viene esaltato, i canali rear e il subwoofer sono adeguatamente sollecitati dall’architettura sonora concepita per questo film e rispondono con assoluta efficacia. Nel comparto dei Contenuti Extra sono inclusi svariati e divertenti (ma prutroppo brevi) featurette (tutti sottotitolati in italiano): Scene Eliminate, Alien-Cestry.com, Neuralizzazione: come se non fosse mai successo, Le Papere, Nuove Reclute Abiti Classici, Diamoci dentro! Azione e Stuntman, Guardate qui: Gadget Armi e Corse, Allarghiamo l’Universo dei MIB, Les Twins lo lasciano a Terra, Frank il Carlin e il piccolo Pawny: Galleria, Se siete stati Neuralizzati: Riassunto MIB, e altro ancora.

 

 (Luigi Lozzi)                                         © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Galleria immagini


(immagini per cortese concessione della Sony Pictures HE / Universal Pictures)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

NOTE TECNICHE
Il Film 

MEN IN BLACK INTERNATIONAL

(Men In Black International)
Usa, 2019, 115’
Regia: F. Gary Gray
Cast: Chris Hemsworth, Tessa Thompson, Liam Neeson, Emma Thompson, Rafe Spall, Kumail Nanjiani, Nasir Jama, Viktorija Faith, Anatole Taubman, Ruth Horrocks, Bern Collaço, Joakim Skarli, Hiten Patel, Tuncay Gunes, Adrian Alvarado, Stephen Samson, Mandeiya Flory, Rebecca Ferguson.

Informazioni tecniche del Blu-Ray

Aspect ratio: 2.00:1 1920x1080p/MPEG-4 AVC

Audio: Italiano, Inglese, Tedesco DTS HD Master Audio 5.1
Distributore: Columbia / Sony Pictures HE / Universal Pictures Home Entertainment