Home Video

THE MARTIAN di Ridley Scott in Blu-Ray

 

 

 

 

 

 

Ultimamente sono tornati in auge (con buona pace di tutti) i film sci-fi dall’impronta ‘missione nello spazio’; è il segno d’una rinascita della fantascienza americana ed ha visto artefici di simili lavori autori molto accreditati presso il grande pubblico, anche se – a dire il vero - il risultato non sempre è stato all’altezza delle aspettative.

Ci vengono in mente Christopher Nolan con “Interstellar” (Matthew McConaughey in missione verso Saturno), uscito sui nostri schermi nel novembre 2014, “Jupiter – Il destino dell’Universo” di Lana e Andy Wachowski (con Channing Tatum e Mila Kunis alle prese, in un futuro prossimo venturo, con la degradazione dei luoghi abitabili dell’Universo e con l’immaginario pianeta Orous), uscito in Italia nel febbraio 2015. E tra i nomi più importanti del panorama internazionale troviamo pure Ridley Scott che appena nel 2012 aveva diretto Prometheus” e ora (è uscito il 1° ottobre scorso, un giorno prima che negli Usa) è tornato sulla materia (sempre vivida) con “The Martian – Sopravvissuto”. Il fatto poi, singolare, è che “The Martian” (che prende ispirazione da un romanzo di Andy Weir, “L’uomo di Marte”; la sceneggiatura è stata elaborata da Drew Goddard) non è solamente un film di fantascienza; dopo essere partito come un dramma (l’esperienza estrema dell’abbandono sul pianeta rosso di un astronauta ritenuto morto dai compagni della missione spaziale) si trasforma poi (complici i toni adottati ed una certa fluidità narrativa) perfino in una commedia. Il film diretto da Ridley Scott (che si era già cimentato in passato con la fantascienza in due capolavori indiscussi ed amatissimi come “Alien” e “Blade Runner”) è stato incluso nella rosa (da qualche anno allargata da cinque ad otto film) delle ‘Nomination’ all’Oscar quale Miglior Film e Matt Damon (che che ha ottenuto un grande successo personale con la propria interpretazione nei panni dell'astronauta Mark) nella cinquina per il Miglior Attore; in più ha raggranellato altre cinque ‘Nomination’ per Sceneggiatura Non Originale, Scenografia, Effetti Speciali, Sonoro e Montaggio Sonoro, ed intanto ha già vinto il Golden Globe come Miglior Commedia - !? Sì, come Miglior Commedia – e Matt Damon come Miglior Attore. Il Pianeta Rosso, ‘inseguito’ (ed agognato) da tanta letteratura e da tanto Cinema, è stato al centro di numerosi film del passato che vale la pena ricordare suddividendoli tra quelli in cui i protagonisti si recano sul Pianeta e quelli in cui si immagina che alieni minacciosi, provenienti da Marte (i cosiddetti Marziani così solidi nel nostro immaginario letterario, fumettistico e cinematografico), arrivino sulla Terra per conquistarla; sintomatici (un tempo) per avvalorare le tesi e le paure legate alla Guerra Fredda. Tra i primi citiamo (in ordine cronologico) “La conquista dello spazio” (1955) di Byron Haskin, “Capricorn One” (1978) di Peter Hyams, “Atto di Forza“ (1990) di Paul Verhoeven ed il suo remake “Total Recall” (2012) di Len Wiseman, “Mission to Mars“ (2000) di Brian De Palma, “Pianeta rosso” (2000) di Anthony Hoffman, “Fantasmi su Marte” (2001) di John Carpenter, “John Carter” (2012) di Andrew Stanton, e, perché no, anche il satirico “Fascisti su Marte” (2006) di Corrado Guzzanti e Igor Skofic, mentre per i secondi, oltre al cortometraggio muto “A Message from Mars” di Franklyn Barrett risalente addirittura al 1903, segnaliamo “La Guerra dei Mondi” (1953) di Byron Haskin, ispirato all'omonimo romanzo di H.G. Wells del 1897 e considerato un classico del cinema di fantascienza, più il suo remake firmato da Steven Spielberg nel 2005, poi “Gli invasori spaziali” (1953) di William Cameron Menzies e il suo remake diretto nel 1986 da Tobe Hooper, “Invaders”, quindi “Mars Attacks!” (1996) di Tim Burton. Per molti versi poi “The Martian” sembra dare una sorta di continuità al “Gravity” di Alfonso Cuarón del 2013; là gli astronauti George Clooney e Sandra Bullock rimaneva alla deriva nello spazio dopo che il loro Space Shuttle era stato colpito da un’onda di detriti. Sul suolo di Marte è in corso la missione denominata Ares 3 quando l’equipaggio si trova impreparato dinanzi ad una terribile tempesta e l’astronauta-botanico Watney viene colpito da un detrito e, credendolo morto, il comandante Lewis dà l’ordine di immediato rientro sulla Terra, senza prestare alcun soccorso allo sventurato compagno. Ma Watney è vivo e durante il suo ‘naufragio stellare’ senza avere la possibilità di interagire con nessun’altro se non con se stesso, un po’ Robinson Crusoe prova a prolungare quanto più possibile la sua sopravvivenza, elaborando modalità sempre nuove in un territorio ostile, mentre la Nasa proverà a riportarlo a casa… Una situazione drammatica a dir poco estrema che poi diventa (nei termini voluti dalla regia) una commedia quando ci mette al corrente dei tentativi dello sfortunato astronauta di sopravvivere. Per quanto paradossale possa sembrare la vicenda, che potremmo ribattezzare “Odissea sul pianeta Marte“, non viene mai meno l’ispirazione a Ridley Scott, a pieno titolo da considerare tra i maggiori registi viventi (oltre che della storia del Cinema), né la forza espressiva e narrativa, e lo spettatore è continuamente allertato e tenuto desto dallo svolgersi degli eventi gestiti con sapienza straordinaria dal regista inglese. Ma non c’è solo questo; il lavoro di Scott è di fattura pregevole (nel dirigere la messa in scena) e scrupolosa soprattutto quando si tratta di dare credibilità alla tecnologia messa in mostra nella finzione cinematografica poiché si è avvalso della consulenza di esperti della NASA quando si è trattato di rappresentare situazioni al limite come la sopravvivenza degli esseri umani in condizioni critiche ed estreme. Dal classico impianto fantascientifico di inizio film Ridley Scott è stato abilissimo nel donare al suo film – diciamo - un’inversione di marcia assolutamente fluida per leggerezza ed ironia. Il cast annovera, oltre a Damon, anche Jessica Chastain, Kristen Wiig, Jeff Daniels e Sean Bean. Lo script come detto è ispirato al romanzo di un romanzo di Andy Weir, “L’uomo di Marte”, ed è stato steso da Drew Goddard, assai prossimo al giro dei collaboratori di Joss Whedon, regista e fumettista, artefice dei due blockbuster “The Avengers”. Scott ha trovato gli sfondi ‘marziani’ in cui ambientare il suo film nei luoghi desertici in prossimità della Giordania. La colonna sonora include brani di Disco Music anni '70, con brani di David Bowie (l’inevitabile “Starman”), Abba e Gloria Gaynor. Facendo la tara di quel fastidioso, enfatico e retorico, sciovinismo tipicamente hollywoodiano che permea tanti film ‘a stelle e strisce’, “The Martian” è meritevole d’essere incluso tra le opere fantascientifiche più interessanti del nuovo millennio.
L’edizione in Alta Definizione predisposta dalla 20th Century Fox Home Entertainment è di qualità assoluta pronta a competere con i migliori film di effetti speciali digitali degli ultimi anni; e per questo pronto a soddisfare il piacere dello sguardo, oltre al prospetto tecnico, per i consumatori più esigenti dell’Home Entertainment nonostante qualche piccola, impercettibile ed ininfluente, imperfezione. Le immagini, nitide, ricche di dettaglio e solide fin nei più piccoli particolari, sono splendide e quello che colpiscono immediatamente con più efficacia sono i panorami ‘marziani’, ed i suoi cromatismi particolari (arancio-rossastri), ripresi dalla cinepresa di Ridley Scott e dalla fotografia del fido Dariusz Wolski. Ottimi il contrasto e la profondità di campo che si percepisce alla visione. Sul fronte sonoro la traccia audio in Italiano (coinvolgente, dinamica e robusta) non sfigura rispetto all’originale anche se perde per evidenti motivi il confronto con l’infallibile DTS-HD Master Audio 7.1 che ha risultati strabilianti su un qualsiasi (sopra la media) buon impianto home. Ben efficaci le risposte dei diffusori posteriori ed eccellente la separazione dei canali, ma è di grande efficacia tutto il lavoro che dettaglia ogni minimo rumore. I Contenuti Extra durano circa un’ora e comprendono diverse featurette (su sceneggiatura e regia, interviste varie, effetti speciali, interpreti, costumi, addestramento, gag, finti documentari), una Art Gallery, il trailer. Ricordiamo che è disponibile anche un’edizione in versione tridimensionale 3D.

 

(Luigi Lozzi)                                                © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Galleria immagini


(immagini per cortese concessione della 20th Century Fox Home Entertainment)

 


NOTE TECNICHE
Il Film

THE MARTIAN - SOPRAVVISSUTO
(The Martian)
Usa, 2015, 141’
Regia: Ridley Scott
Cast: Matt Damon, Jessica Chastain, Kristen Wiig, Mackenzie Davis, Kate Mara, Jeff Daniels, Sean Bean, Sebastian Stan, Chiwetel Ejiofor, Donald Glover, Michael Peña, Aksel Hennie, Naomi Scott, Jonathan Aris, Lili Bordán.
Informazioni tecniche del Blu-Ray

Aspect ratio: 1.85:1 1920x1080p/AVC MPEG-4
Audio: Inglese DTS-HD Master Audio 7.1
Audio: Italiano DTS-HD 5.1
Distributore: 20th Century Fox Home Entertainment

Privacy & Cookie Policy

Privacy Policy Cookie Policy

Movie Library

IMAGE CLIP ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE COMMEDIE ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE DRAMMATICI   ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film...
IMAGE ACTION THRILLER ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE HORROR & FANTASCIENZA ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE VIDEO LIBRARY ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...

Una clip al giorno...

IMAGE Christmas Songs: Il meglio in 44 canzoni Qui abbiamo assemblato tutti assieme i video-clip di 44 brani natalizi interpretati dal meglio...
IMAGE Van McCoy - The Hustle [1975] Uno dei brani più popolari tra quelli che hanno contraddistinto gli anni d'oro della Disco Music,...
IMAGE Luigi Tenco - Ciao amore ciao [1967] È questa la canzone che, esclusa dalla finale del Festival di Sanremo '67, indusse Luigi Tenco al...
IMAGE Heaven 17 - Temptation [1983] Il brano di grande successo del gruppo synthpop britannico degli Heaven 17 che raggiunse il #2...
IMAGE Gloria Gaynor - I Will Survive [1978] Il brano che ha reso famosa Gloria Gaynor è uno dei pezzi Disco più conosciuti ed amati al mondo;...
IMAGE Doors - The End [1967] "The End" è uno dei più celebri ed importanti brani dei Doors, nato da una serie di...
IMAGE Buddy Holly - Everyday [1957] Brano scritto dallo sfortunato Buddy Holly (nome d'arte di Charles Hardin), uno dei primi grandi e...