Home Video
  • image
  • image

SEDOTTA E ABBANDONATA di Pietro Germi in Blu-Ray

 

 
 
Tre anni dopo “Divorzio all’italiana”, film che aveva vinto l’Oscar per la Migliore Sceneggiatura facendosi conoscere in tutto il mondo, Pietro Germi tornava nell’amata/odiata Sicilia dei primi anni Sessanta, espressione di una società arcaica, retrograda e patriarcale, coacervo di conformismo e di ipocrisie, dove l’onore e la vendetta erano sentimenti ordinari.

 

Sedotta e abbandonata” racconta dell’adolescente Agnese (un’incantevole e giovanissima Stefania Sandrelli, rivelazione del cinema nostrano di allora) che viene sedotta da Peppino (Aldo Puglisi), fidanzato della sorella maggiore, del quale la giovinetta è follemente innamorata; rimane incinta e (di conseguenza) disonorata mandando su tutte le furie il padre della ragazza (una magnifica caratterizzazione da parte di Saro Urzì premiato come Miglior Attore al Festival di Cannes). Al delirio di situazioni che ne conseguono, e che vedono l’onore della ragazza inesorabilmente compromesso, e la famiglia travolta dallo scandalo in un paese dove tutti conoscono tutti, l’unica strada perseguibile è quella del matrimonio riparatore. Ma Agnese, la ‘svergognata’, non vuole saperne di sposare il pavido amante di un momento di ‘debolezza dei sensi’, per di più in un matrimonio impostole dalla famiglia e nemmeno il giovane laureando in legge ne vuole sapere di convolare a nozze con una ragazza che non è più (e per sua colpa) illibata… Con la rappresentazione satirica e farsesca del senso dell’onore, e la felice ricostruzione della realtà siciliana, identiche a “Divorzio all’italiana”, “Sedotta e abbandonata” ottenne un immediato e grande successo di critica e di pubblico al tempo della sua uscita. Il film può essere visto anche come il secondo capitolo di una trilogia avviata da Germi proprio con il film che l’ha preceduto e conclusa da “Signore & Signori” due anni più tardi, nel 1966; vi si specchiava non solo la Sicilia, ma anche l’Italia maschilista dell’epoca. Indirizza i suoi strali contro un altro articolo del codice penale permette a qualche mascalzone, che si sia macchiato del reato di rapimento e di corruzione di minorenne, di farla franca se provvede a farsi perdonare con un matrimonio riparatore. Germi – va detto - ha sempre prestato attenzione per la realtà del Sud dell’Italia (ricordiamo “In nome della legge” e il gioiello “Divorzio all’italiana”, ovviamente, un successo in tutto il mondo). La Sandrelli, che già in “Divorzio all’italiana” aveva avuto una parte importante, è qui in realtà, con la sua candida bellezza, al primo ruolo da protagonista.
La versione restaurata e rimasterizzata del film di Pietro Germi, e trasferita in Alta Definizione, si caratterizza per un video d’impeccabile bontà, in virtù di un B&N bello (la fotografia è opera di Aiace Parolin), incisivo ed evocativo; quadro solido e ben definito nonostante i cinquant’anni di età della pellicola originale. Il comparto audio non va oltre un semplice ma pulito DTS 2.0 HD Master Audio che presenta aderenza all’originario film (e il che è comunque un aspetto vintage da non sottovalutare né da trascurare in un contesto di recupero filologico) e nulla più. Ottimi gli extra presenti: “Il racconto prima di tutto” (58’) dedicato allo storico sceneggiatore Furio Scapelli, raccontato da parenti, amici e discepoli; Montaggio alternativo di quattro scene; Interviste a Stefania Sandrelli (6’) e Lando Buzzanca (6’); il provino di una Sandrelli giovanissima che ha come spalla addirittura un Tomas Milianalle prime apparizioni in Italia; poi una galleria fotografica, la locandina originale e la featurette “Premi Cristaldi Film”.

 

 

(Luigi Lozzi)                                                © RIPRODUZIONE RISERVATA

Premi e riconoscimenti:

Nastro d'Argento 1965 al Miglior Attore Protagonista, Saro Urzì
Nastro d'Argento 1965 al Miglior Attore Non Protagonista, Leopoldo Trieste
Nastro d'Argento 1965 alla Miglior Sceneggiatura a Pietro Germi, Luciano Vincenzoni, Age e Furio Scarpelli
David di Donatello 1964 alla Miglior Regia a Pietro Germi

 

Questo è il ricordo di Age, uno degli sceneggiatori:
«I film di Germi erano in genere migliori delle sceneggiature che gli facevamo,accadeva il contrario di quanto accade di solito. Su “Sedotta e abbandonata”, dopo il nostro intervento, ci furono ancora mesi di lavoro, di discussioni, di crisi, di liti… Ma poi venne fuori, con la grande differenza del finale, oltre a tutto il lavoro di limatura, di precisazione. Il finale rimasto, quello del matrimonio, era più pessimistico, più amaro e più vero, perché metteva in luce il peso delle convenzioni, delle regole di una cultura che sono molto lente a cambiare».
E questo quello di Stefania Sandrelli:
«“Sedotta e abbandonata” fu il secondo film che feci con Germi. In questo caso si trattò di un ruolo impegnativo, di un ruolo vero e proprio, tutto diverso da quello che nella vitas potevo essere io. Inoltre era proprio una commedia. Germi mi aiutò ad entrare nel personaggio con molta dolcezza, piano piano, un po’ alla volta… era come un transfert. Lui poi aveva il dono di darmi la possibilità di concentrarmi, come pochissimi altri registi hanno saputo fare dopo. Non si incontrano ogni giorno registi come lui. Si racconta spesso in giro del suo caratteraccio, dei suoi urlacci. Quando sento questi discorsi mi viene rabbia, sono invenzioni. Lui a volte poteva dirti delle cose in modo concitato, ma mai con violenza, in una discussione magari accesa che semmai ti pungolava a una reazione anche di incazzatura, però potevi sempre rispondergli, discutere. Insomma non ti avviliva mai, non umiliava mai, era un uomo troppo sensibile per farlo».

 

Galleria immagini


(immagini per cortese concessione della Cristaldi Film/CG Home Video)


NOTE TECNICHE
Il Film

SEDOTTA E ABBANDONATA
(Sedotta e abbandonata)
Italia, 1964, 118’
Regia: Pietro Germi
Cast: Stefania Sandrelli, Saro Urzì, Lando Buzzanca, Aldo Puglisi, Lola Braccini, Leopoldo Trieste, Umberto Spadaro, Rocco D'Assunta, Oreste Palella, Attilio Martella.
Informazioni tecniche del Blu-Ray

Aspect ratio: 1.85:1 / HD 1920x1080p/AVC
Audio: Italiano DTS-HD Master Audio 2.0
Distributore: Cristaldi Film/CG Home Video

Privacy & Cookie Policy

Privacy Policy Cookie Policy

Movie Library

IMAGE CLIP ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE COMMEDIE ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE DRAMMATICI   ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film...
IMAGE ACTION THRILLER ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE HORROR & FANTASCIENZA ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE VIDEO LIBRARY ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...

Una clip al giorno...

IMAGE Christmas Songs: Il meglio in 44 canzoni Qui abbiamo assemblato tutti assieme i video-clip di 44 brani natalizi interpretati dal meglio...
IMAGE Van McCoy - The Hustle [1975] Uno dei brani più popolari tra quelli che hanno contraddistinto gli anni d'oro della Disco Music,...
IMAGE Luigi Tenco - Ciao amore ciao [1967] È questa la canzone che, esclusa dalla finale del Festival di Sanremo '67, indusse Luigi Tenco al...
IMAGE Heaven 17 - Temptation [1983] Il brano di grande successo del gruppo synthpop britannico degli Heaven 17 che raggiunse il #2...
IMAGE Gloria Gaynor - I Will Survive [1978] Il brano che ha reso famosa Gloria Gaynor è uno dei pezzi Disco più conosciuti ed amati al mondo;...
IMAGE Doors - The End [1967] "The End" è uno dei più celebri ed importanti brani dei Doors, nato da una serie di...
IMAGE Buddy Holly - Everyday [1957] Brano scritto dallo sfortunato Buddy Holly (nome d'arte di Charles Hardin), uno dei primi grandi e...

Siti consigliati