Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Informativa Estesa Cookie

Una clip al giorno...

Adriano Celentano - Il ragazzo della via Gluck [1966]

In questi giorni, cinquanta anni fa, "Il ragazzo della via Gluck" veniva presentata al Festival di Sanremo (il sedicesimo Festival della Canzone Italiana si tenne dal 27 gennaio al 29 gennaio 1966); una canzone, una ballata folk-beat, che ha fatto epoca e che sanciva la trasformazione di Adriano Celentano da cantante di Rock'n'Roll degli inizi in un artista originale ed ecologista, che cavalcava l'onda del malessere sociale e politico delle giovani generazioni. Vero e proprio inno contro la cementificazione delle metropoli negli anni Sessanta, la canzone (dal testo autobiografico) è una delle più celebri del repertorio di Celentano e dell'intero canzoniere italiano; eppure in quel Sanremo venne eliminata dopo la prima esecuzione, ma si sarebbe presa una grossa rivincita risultando il 45 giri più venduti tra le canzoni di quell'edizione del Festival (assieme a "Nessuno mi può giudicare" di Caterina Caselli; canzone che avrebbe dovuto interpretare proprio il "Molleggiato". Nello stesso anno Giorgio Gaber incise una cover de "Il ragazzo della via Gluck", pubblicata su due 45 giri allegati alla rivista Pop, il primo dei quali accoppiato con una versione di Iva Zanicchi di "Dio come ti amo", canzone vicitrice interpretata da Domenico Modugno e Gigliola Cinquetti. In Francia la canzone venne incisa con successo da Françoise Hardy con il titolo di "La maison où j'ai grandi". Nel 2004 Adriano Celentano ha inciso una rivisitazione del pezzo nell'album "C'è sempre un motivo" assieme a Cesaria Evora, in lingua portoghese e con il titolo "Quel Casinha". Proponiamo anche una versione in duetto con Eros Ramazzotti, durante il programma televisivo Rockpolitik del 2005.


Adriano Celentano - Il ragazzo della via Gluck [1966] (video-clip)

Pubblicità

Movie Library

IMAGE CLIP ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE COMMEDIE ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE DRAMMATICI   ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film...
IMAGE ACTION THRILLER ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE HORROR & FANTASCIENZA ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE VIDEO LIBRARY ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...

Una clip al giorno...

IMAGE Lynyrd Skynyrd - Sweet Home Alabama [1974] Il vibrante inno dei Lynyrd Skynyrd è considerato il pezzo 'On the Road' per eccellenza.  
IMAGE Otis Redding - Try A Little Tenderness [1967] Questo pezzo del 1932 lo hanno cantato in molti, da Bing Crosby a Frank Sinatra a Nina Simone, ma...
IMAGE Procol Harum - A Whiter Shade of Pale [1967] Un classico struggente che infiammò l'estate del 1967 e fece conoscere in tutto il mondo i Procol...
IMAGE Booker T - Father Son Blues ft. Ted Jones [2013] Il vecchio leone artefice del sound della Stax nei '60 assieme ai suoi MC's torna a ruggire con un...
IMAGE AC/DC - Back in Black [1980] [Iron Man 3]  Nella colonna sonora di "Iron Man 3" c'è questo brano tratto dall'album omonimo degli AC/DC che...
IMAGE Suzanne Vega - Tom's Diner [1987]  Se credete a prima vista di non conoscere questo brano di Suzanne Vega vi sbagliate perchè avrà...
IMAGE Eiffel 65 - Blue (da ba dee) (1998) [Iron Man 3] Nella colonna sonora dell'ultimo film dedicato a "Iron Man" brilla questo gradevole ed orecchiabile...

Siti consigliati