Ben E. King - Stand By Me [1961]

Dobbiamo purtroppo registrare un'altra scomparsa illustre nell'universo musicale a noi caro e che cerchiamo di divulghiamo attraverso questa rubrica di memorabilia a 45 giri; quella di Ben E. King, leggendario interprete di un capolavoro del Soul divenuto popolarissimo e che è considerato tra i quattro più suonati alla radio nel secolo scorso, "Stand By Me", con il quale vogliamo rendergli omaggio. Si è spento due giorni fa, il 30 aprile, nella sua casa di Teaneck, all'età di 76 anni; era nato a Henderson, North Carolina, il 28 settembre 1938, ma è cresciuto nel quartiere di Harlem a New York. Alla fine degli anni 50 aveva iniziato la sua carriera con i Drifters, avviando poi una carriera solista nel 1960 con la supervisione del produttore Phil Spector. Ben E. King si impose soprattutto per le straordinarie doti vocali e nel 1961 "Stand By Me", brano scritto dallo stesso King assieme a due autori celebrati nella storia della canzone come Jerry Leiber e Mike Stoller (prendendo spunto da un gospel degli Staple Singers del 1955 veniva riadattato in una veste più moderna dagli autori), ne decretò il successo e la popolarità duratura in tutto il mondo. Sono davvero innumerevoli le interpretazioni rese di questo immenso classico della musica americana; la più importante certamente è stata quella di John Lennon pubblicata come singolo nel 1974 ed estratta dall'album "Rock'n'Roll"; vi proponiamo poi quelle di Willy DeVille, U2, Bruce Springsteen, Lady Gaga & Sting. Adriano Celentano nel 1962 ne fece una verione italiana con il titolo "Pregherò" e fu un grandissimo successo da un milione di copie per il 'Molleggiato'. La canzone ispirò anche il film "Stand by Me - Ricordo di un'estate" diretto da Rob Reiner nel 1986 e dopo l'uscita del film sugli schermi il branio rientrò nella Top 10 americana.


Ben E. King - Stand By Me [1961]

*Occupa la posizione N° 121 nella classifica delle 500 migliori canzoni di tutti i tempi stilata dalla rivista Rolling Stone nel 2004.



Adriano Celentano - Pregherò [1962]