Televisione

LUTHER - Stagioni 1-4 in Blu-Ray

 

 

 

 

 

La serie ‘crime’ britannica ideata da Neil CrossLuther” con l’attore inglese Idris Elba, protagonista nei panni del detective di colore, va certamente inclusa tra le migliori d’oltre Manica da qualche anno a questa parte ed è cartina tornasole dell’ottima salute di cui godono in Inghilterra.

 

Abbiamo l’esempio recente di “Sherlock” (ma potremmo citare anche le varie “Peaky Blinders”, “Utopia”, “Black Mirror”, “Broadchurch”) per poter sottolineare quanto siano ben curati e affascinanti i prodotti televisivi inglesi, capaci di fronteggiare in tutto e per tutto lo strapotere dei serial americani per il piccolo schermo. In “Luther” vengono raccontate le vicissitudini di un detective capo della Scu (Serious Crime Unit) di Londra, John Luther appunto, che torna a svolgere il suo lavoro dopo un periodo di inattività dovuto ad esaurimento nervoso. La lunga pausa ha portato ad un sostanziale mutamento nella sua indole e a un deciso cambiamento nell’approccio con i diversi casi con cui ha a che fare; le sue indagini, in maniera anticonvenzionale, puntano ad anticipare le mosse dei criminali quando egli cerca di entrare in sintonia con le loro menti. A caro prezzo, però, perché John viene risucchiato in un turbine ossessivo che rischia di destabilizzarlo definitivamente. Il personaggio, a detta del suo creatore Neil Cross, è stato ispirato sia da Sherlock Holmes, per l’arguzia intellettiva messa in gioco nella soluzione dei casi, sia dal tenente Colombo per il tipo di narrazione ‘al contrario’ in cui si viene subito a conoscenza dell’identità del colpevole. In un unico cofanetto di eccellente fattura, composto da sette dischi Blu-Ray, trovano posto le prime quattro stagioni della serie prodotta dalla BBC One e distribuita da Koch Media. La pubblicazione del cofanetto in un sol colpo permette ai fan di lungo corso di disporre, ad un prezzo vantaggioso, dell’intera serie finora realizzata e a coloro che hanno solo sentito parlare di “Luther”, e se ne sono incuriositi, di accedere facilmente alla sua visione domestica in Alta Definizione. Intanto nel gennaio 2018 sono iniziate le riprese della quinta stagione della serie scritta da Neil Cross; e lo stesso ideatore è stato piuttosto esplicito sui destini della fortunata serie dichiarando: «Pensiamo proprio che si tratterà dell’ultima stagione, anche perché Idris (Elba; N.d.R.) è attore molto impegnato e ha avviato una carriera di successo, ma ci mancherà per sempre quando sarà finita». In attesa quindi della nuova, conclusiva stagione vi consigliamo di recuperare immediatamente questo gioiellino ‘made in UK’ che meriterebbe maggiore attenzione da parte del pubblico e della critica. Finora sono stati sedici gli episodi (della durata di 60 minuti l’uno) andati in onda (su BBC One) tra il 2010 e il 2016 per quattro stagioni, ed ovviamente tutti trovano posto, in ordine cronologico, in questo cofanetto. Nel nostro paese invece la serie ha debuttato il 6 gennaio 2011 su Fox Crime a pagamento, e su Rai 2, in chiaro, il 24 maggio 2014 mentre la quarta stagione è stata appannaggio di Netflix (dal 31 marzo 2016), laddove sono attualmente presenti anche tutte le altre stagioni della serie. I realizzatori poi sono in procinto di approntare un’uscita cinematografica in sala per offrire al personaggio di Luther il più giusto e meritato appeal mediatico. Ricchi di colpi di scena gli episodi tutti costituiscono quanto di più intrigante possa generare una serie di genere poliziesco come questa dove, nel seguire i casi criminali che Luther tenta di risolvere, osserviamo da vicino pure la complessa evoluzione del personaggio; Luther di fatto deve fronteggiare i propri demoni personali ogni qualvolta si confronta con i criminali più psicotici di Londra. I toni sono duri e assai poco concilianti nei confronti degli spettatori, i realizzatori hanno cercato di preservare il realismo implicito nel racconto e la complessità psicologica del protagonista, che in fondo è un anti-eroe, e non hanno fatto ricorso a colpi di scena ad effetto. La narrazione (fatta di sceneggiatura, regia e fotografia) è calata in un’ambientazione tetra in sobborghi londinesi cupi e talvolta fatiscenti, ben lontani dai luoghi glamour (e popolati) della capitale inglese visti in tanti film e telefilm, non si registrano mai cadute di stile, ed anche i momenti cruciali delle indagini appaiono allo spettatore perfettamente plausibili. La quarta stagione di “Luther”, giunta dopo un anno di interludio sabbatico, si compone di sole due puntate, che sono però davvero esplosive (perché seguono almeno tre linee investigative diverse con un’evidente surplus di materiale narrativo) per rimettere in carreggiata, nella considerazione (mai affievolitasi) dei fan, l’amato detective. A soffrirne - forse - è l’approfondimento psicologico dei personaggi. Accanto ad un Idris Elba protagonista carismatico, sorprendente e di spessore, con quel pizzetto che tende sempre più ad imbiancare, si muove anzitutto Ruth Wilson, interprete dell’affascinante dark lady Alice Morgan, che allaccia con Luther un simbiotico rapporto di amicizia, e poi, con sintonia e buona efficacia, ci sono altre presenze femminili quali Indira Varma (nei panni della moglie Zoe) e Rose Leslie (già coinvolte in “Game Of Thrones”). Al termine della Stagione 3 si vede John Luther che abbandona Londra in preda ad un crollo nervoso e sembrerebbe chiudere la carriera di investigatore quando getta simbolicamente il suo riconoscibile cappotto nel Tamigi. Ma nella stagione successiva, la quarta, egli, venuto a conoscenza della morte dell’amica Alice Morgan, decide di far ritorno precipitoso nella capitale inglese dal cottage sul mare nel quale si era esiliato volontariamente per capire cosa sia realmente successo. Ed eccolo con un cappotto di riserva perfettamente identico a quello da cui si era liberato. Da una parte c’è quindi l’indagine sulla morte della Morgan, da un'altra una serie di oscuri omicidi d’uno psicopatico ‘cannibale’, Steven Rose, e un’altra ancora vede riaffiorare la memoria, e con esso il riesame, dell’omicidio di un ragazzino, Jonathan Black, avvenuto una ventina d’anni prima, un caso del quale Luther si era al tempo occupato, senza successo però. Ed è qui che avviene la presentazione della nuova collaboratrice di Luther, Emma Lane (Rose Leslie), femmina (e carina) sì ma simbiotica per chimica investigativa con Luther, che ha un conto in sospeso con Steven Rose, responsabile della morte del collega Theo. La qualità sia video che audio del prodotto è impeccabile, e se ne fa da garante BBC One, per la cura che vi ha posto nella realizzazione. Le immagini sono calate in ambienti urbani lividi e poco illuminati, dove sono assenti tavolozza e contrasti cromatici, e dove viene esaltata unicamente la predominante del grigio. Problematiche legate ad una errata compressione sono ridotte ai minimi termini. Per il comparto sonoro si passa dal DTS-HD Master Audio 2.0 delle prime tre stagioni a quello 5.1 della quarta. Gli Extra prevedono un ‘Dietro le Quinte’ per la Stagione 4. Quello di Luther è un personaggio ben tratteggiato ed assai innovativo nel panorama delle ridondanti serie televisive investigative, soprattutto americane, cui si contrappone per una maggiore ricerca delle atmosfere, e di certo non è venuto mai meno l’affetto dei fan nei suoi confronti. A noi non resta che segnalarne l’esistenza a beneficio soprattutto dei più ‘distratti’, che magari hanno trascurato di approfondirne la conoscenza.

 

 

(Luigi Lozzi)                                                      © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Galleria immagini


(immagini per cortese concessione della BBC/Koch Media)

 

 

NOTE TECNICHE
Il Film

LUTHER – STAGIONE 1-4
Luther
Gran Bretagna, 2010-2016, 828’
Ideata: Neil Cross
Regia: registi vari
Cast: Idris Elba (John Luther), Ruth Wilson (Alice Morgan), Warren Brown (Justin Ripley), Dermot Crowley (Martin Schenk), Michael Smiley (Benny Silver), Nikki Amuka-Bird (Erin Gray), Sienna Guillory (Mary Day), David O'Hara (George Stark), Indira Varma (Zoe Luther), Steven Mackintosh (Ian Reed), Saskia Reeves (Rose Teller), Paul McGann (Mark North), Kierston Wareing (Caroline Jones), Aimee-Ffion Edwards (Jenny Jones), Pam Ferris (Baba), Alan Williams (Frank Hodge), David Dawson (Toby Kent).

Informazioni tecniche del Blu-Ray

Aspect ratio: 1.78:1 1920x1080p/AVC MPEG-4
Audio: Italiano, Inglese DTS-HD Master Audio 2.0 / DTS-HD Master Audio 5.0
Distributore: BBC/Koch Media

 

 

  

 

Riepilogo episodi suddivisi per stagioni:

Prima stagione 6 episodi (2010 in UK, 2011 in Italia)
Seconda stagione 4 episodi (2011 in UK, 2011-2012 in Italia)
Terza stagione 4 episodi (2013 in UK, 2014 in Italia)
Quarta stagione 2 episodi (2015 in UK, 2016 in Italia)

 

 

Privacy & Cookie Policy

Privacy Policy Cookie Policy

Movie Library

IMAGE CLIP ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE COMMEDIE ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE DRAMMATICI   ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film...
IMAGE ACTION THRILLER ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE HORROR & FANTASCIENZA ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE VIDEO LIBRARY ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...

Una clip al giorno...

IMAGE Joe Cocker - With A Little Help From My Friends [1968] Uno dei cavalli di battaglia di Joe Cocker, tratto dall'album d'esordio del cantante inglese e...
IMAGE Shirley Bassey - La vita/This Is My Life [1968] Al Festival di Sanremo del 1968 arrivava una delle più grandi interpreti canore inglesi, la...
IMAGE Depeche Mode - Just Can't Get Enough [1981] Grande successo per il brano synth pop inciso dai Depeche Mode nell'81 ed estratto dall'album...
IMAGE Lou Reed - Vicious [1973] Brano dall'incedere glam rock inciso da Lou Reed nel 1972 e presente sull'album "Transformer"; solo...
IMAGE Boney M - Daddy Cool [1976] Il secondo singolo pubblicato dai Boney M, caratterizzato da una splendida 'intro' e da un curioso...
IMAGE Soul Clan - Soul Meeting [1968] Inizialmente il progetto Soul Clan, un supergruppo di pilastri della 'Soul Music' concepito nel...
IMAGE Louis Armstrong - We Have All the Time in the World [1969] Il brano di Louis Armstrong, con musiche di John Barry e testo di Hal David, è uno dei più...

Siti consigliati