L'angolo del Kult!

DEAD SNOW COLLECTION di Tommy Wirkola in Blu-Ray

 

 

 

 

Midnight Factory in capo ad un biennio ha oramai consolidato lo status di label più importante nell’ambito del cinema di genere horror; tra film opportunamente usciti in sala e una prolifica produzione di titoli immessi sul mercato dell’Home Entertainment, in eleganti e distintive confezioni slip case, è un punto di riferimento ineludibile per tutto il settore e di sicuro etichetta di culto per gli appassionati ed i collezionisti.

 


Uno degli ultimi titoli distribuiti da Midnight Factory (per il tramite di Koch Media) è un doppio cofanetto che contiene, in una preziosa Collection in Limited Edition, i due film della serie “Dead Snow”, una produzione low budget norvegese, entrambi diretti da Tommy Wirkola, sul fronte degli zombie movie. L’oggetto trattato della narrazione filmica non brilla di certo per originalità ma contiene tanti degli elementi cari agli appassionati del genere Horror, e che quindi non resteranno delusi, sul filo di un’atmosfera inquietante e carica di tensione, e ricca di riferimenti e citazioni che non sfuggiranno ai più navigati tra i fruitori. La scritta «Cosa c’è di più spaventoso di uno zombie? Un Nazi-zombie!» campeggia sulla copertina del cofanetto della “Dead Snow Collection”, coppia di film che da subito sono diventati dei veri e propri cult, prima in patria poi oltre i confini nazionali. In effetti “Dead Snow” arriva da noi a 9 anni dalla sua uscita norvegese. “Dead Snow” arriva da noi a 9 anni dalla sua uscita norvegese datata 2009. Vi si racconta di un gruppo di amici che, durante una vacanza in montagna in una baita tra le nevi, ritrovano un cassetta contenente oro e preziosi appartenuti al Terzo Reich; accade che il ritrovamento determina il risveglio di un gruppo di zombie nazisti sepolti da tanto tempo sotto il manto di ghiaccio e neve (la guarnigione era caduta durante l’invasione tedesca della Norvegia nella II Guerra Mondiale), con i giovani ignari di quello che sta per accadere... Nel momento topico in cui le minacciose presenze di materializzano, e avviene lo scontro tragicomico con queste insolite truppe naziste, il film sale di tono, le immagini si susseguono in un crescendo rossiniano di scene splatter tra il surreale, il debordante e il divertente, se non addirittura esilaranti e deliberatamente kitsch, la giusta vena ironica e il tutto raggiunge livelli pirotecnici di godibilità ben orchestrato da Wirkola. Il sequel poi, “Dead Snow 2 Red vs. Dead” (2014), si libera da qualsiasi remora e da ogni sorta di condizionamento narrativo e scivola via a briglia sciolte sul versante del ‘non-sense’ più accentuato ed esasperato; puro, ludico e folle piacere per gli occhi con il cervello che (in questi casi) va messo a riposo. Ma la messa in scena – ad onta di qualche caduta’ grossolana - è comunque di prim’ordine, il ritmo è mantenuto alto fino alla fine ed il talento del regista norvegese sale sugli scudi. Qui il nutrito esercito di nazi-zombie minaccia un intero paese e l’unico superstite del precedente capitolo - Martin, privo di un braccio, cui viene riattaccato per errore dei medici l’arto dello zombie Herzog - cercherà di arginarli con sorprendenti stratagemmi… La violenza più estrema si stempera e si mescola nell’ironia più sfrenata. “Dead Snow” e “Dead Snow 2 Red vs. Dead”, realizzati con modestissimi mezzi, si possono collocare nel solco di film più affermati quali “Bad Taste” (1987) di Peter Jackson, “L’Armata delle Tenebre” (1992) di Sam Raimi o “L’alba dei morti dementi – Shaun Of The Dead” (2004) di Edgar Wright, ma non manca pure un piccolo omaggio al capolavoro di Mel Brooks, “Frankenstein Junior” (1974). Bisogna poi ricordare che, in virtù della credibilità conquistata da Tommy Wirkola (si era messo inizialmente in luce nei circuiti indipendenti per una surreale parodia del “Kill Bill” di Quentin Tarantino dal titolo “Kill Buljo”) al regista norvegese venne affidato nel 2013 la realizzazione di “Hansel & Gretel – Cacciatori Di Streghe” (interpretato da Jeremy Renner, Gemma Arterton e Famke Janssen), con un budget di 50 milioni e distribuzione Universal Pictures.
Per una edizione ‘Limited’ particolarmente curata da Midnight Factory e distribuita da Koch Media, sotto il profilo tecnico la qualità video è eccellente per entrambi i film, girati in digitale a risoluzione 2K (formato 1.85:1 per il primo e 2.35:1 per il secondo), ed il comparto sonoro è disponibile in Italiano e Inglese in DTS-HD Master Audio 5.1 impeccabili e di pressoché identica resa qualitativa; sul primo film disponibile anche una DTS-HD Master Audio 2.0 italiano. Le immagini sono vivide e ben definite e contrastate ed il sonoro pulito. I Contenuti Extra propongono materiali a supplemento che arricchiscono la qualità complessiva del cofanetto per il loro valore cinefilo; questi, nel complesso dei due volumi, comprendono, oltre al commento audio, “Intervista a Tommy Wirkola e Bryan Jones” (17’), incontro in esclusiva realizzato da Nocturno in cui, con il contributo del regista e del fidato responsabile degli effetti visivi, si ripercorre le tappe del loro sodalizio artistico e fa il punto sulla tradizione del cinema zombie, poi featurette che aiutano nell’approfondimento; “Al macello”, un ‘Dietro le Quinte’ in cui vengono trattati la genesi del primo film e una clip sugli effetti speciali che espone gli aspetti più truculenti della messa in scena, poi una piccola chicca, il cortometraggio “Armen”, ed altro (un fumetto digitale di “Red vs.Dead”, più gli Storyboard e art work). Oltremodo gradito (ed utile) è il booklet illustrato presente all’interno alla confezione, contenente immagini e notazioni dettagliate sulla produzione di entrambe le pellicole, a cura di Nocturno.

 

 

(Luigi Lozzi)                                                © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Galleria immagini


(immagini per cortese concessione della Midnight Factory)

 

 

NOTE TECNICHE
Il Film

DEAD SNOW COLLECTION
(Dead Snow/Dead Snow – Red Vs Dead)
Norvegia, 2009/2014, 92’ + 101’
Regia: Tommy Wirkola
Cast: Vegar Hoel, Tommy Wirkola, Stig Frode Henriksen, Charlotte Frogner, Lasse Valdal, Evy Kasseth Røsten, Jeppe Laursen, Jenny Skavlan, Ane Dahl Torp, Bjørn Sundquist, Ørjan Gamst, Steinar Kaarstein, Ørjan Gamst, Martin Starr, Jocelyn DeBoer, Ingrid Haas, Stig Frode Henriksen, Hallvard Holmen, Kristoffe..
Informazioni tecniche del Blu-Ray

Video: 1.85:1/2.35:1 1920x1080p/AVC MPEG-4
Audio: Italiano, Inglese DTS-HD Master Audio 5.1
Distributore: Midnight Factory/Koch Media
Limited Edition (2 Blu-Ray Disc + Booklet)

 

 

 

 

 

 

Privacy & Cookie Policy

Privacy Policy Cookie Policy

Movie Library

IMAGE CLIP ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE COMMEDIE ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE DRAMMATICI   ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film...
IMAGE ACTION THRILLER ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE HORROR & FANTASCIENZA ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE VIDEO LIBRARY ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...

Una clip al giorno...

IMAGE Ramblin Man - Allman Brothers Band [1973] Il trascinante pezzo (scritto dal chitarrista Dickey Betts ed estratto dall'album "Brothers and...
IMAGE Talk Talk - Such A Shame [1984] Secondo brano - dopo "It's My Life" - estratto dal secondo album ("It's My Life") del gruppo...
IMAGE Michael Jackson - Thriller [1982] Straordinario esempio di connubio tra Cinema e video-clip, "Thiller", fortemente voluto dallo...
IMAGE Bob Dylan - Blowing In The Wind [1963] Una delle canzoni pacifiste (e di Bob Dylan) più famose, un vero e proprio 'must' per chiunque...
IMAGE Sérgio Mendes & Brasil 66 - Mas que nada [1966] Il brano che ha reso celebre in tutto il mondo il samba brasiliano di Sérgio Mendes e dei suoi...
IMAGE Nomadi - Ho difeso il mio amore [1968] Nel 1968 prima i Profeti, poi i Nomadi e Dalida incidevano cover italiane del brano dei Moody...
IMAGE Frankie Valli & The Four Seasons - Can't Take My Eyes off You [1967] Un grande hit di Frankie Valli inciso nel 1967 e che abbiamo apprezzato nella scena della partita a...

Siti consigliati