LOOKING FOR LENNON di Roger Appleton in Blu-Ray

 

 

 

 

 

 

 

 
Una leggenda della musica Rock, il mitico 'Fab Four' John Lennon, la cui scomparsa - com’è accaduto per Elvis Presley, Jimi Hendrix, Jim Morrison, Janis Joplin e, se volete, pure James Dean e Marilyn Monroe – ha lasciato un vuoto incolmabile in tutti gli appassionati trasformandolo in una delle rockstar più venerate al mondo.
 
 

Looking for Lennon” non è uno scontato documento musicale, ma è una interessante testimonianza intorno agli anni della formazione di John, attraverso i molti episodi della vita privata che hanno influenzato la sua personalità, le sue scelte e la sua musica. Il documentario racconta in effetti gli eventi accaduti dalla nascita di Lennon (avvenuta a Liverpool il 9 ottobre del 1940) fino all’arrivo sulle scene del ‘ciclone’ Beatles. Nato nel pieno degli eventi bellici della II^ Guerra Mondiale quel ragazzo ‘smarrito’ sarebbe diventato il vate di una rivoluzione culturale e musicale, e ispirato un paio di generazioni di appassionati. Ma sono in pochi a sapere che la sua vita è stata segnata da alcuni episodi tragici che hanno reso complicata la sua adolescenza, influito sulla sua complessa personalità e sulle sue relazioni interpersonali con colleghi e con le donne con cui si è accompagnato (la sua prima moglie Cynthia Powell), e per ultimo la sua stessa uccisione avvenuta per mano di un fan, l’8 dicembre 1980 a New York, davanti al residence dove abitava. A quindici anni John scopriva che la sua vera madre, Julia, era viva e che abitava a pochi passi da casa. L'incontro tra i due fu fonte di eccitazione ma pure di turbamento per il giovane John, che venne persuaso dalla madre a percorrere la via del rock'n'roll. Centrale, ma pur sempre sullo sfondo, rimane la sua figura di musicista. Il racconto si sviluppa attraverso numerose immagini fotografiche del John ragazzino, altre relative al periodo e ai luoghi in cui è cresciuto, perfettamente in armonia con le interviste condotte con gli amici di infanzia (Nigel Walley e Michael Hill, Rod Murray e Helen Anderson) e il suo migliore amico Stuart Sutcliffe, che donano autenticità all’insieme, quelli con cui ha iniziato a fare musica, i suoi educatori, e con le persone che lo hanno conosciuto; ed il tutto ci aiuta a ‘scrutare’ Lennon da una prospettiva diversa e notevolmente approfondita. “Looking for Lennon” assume contorni cinematografici straordinari, di alta maestria, non solo documentaristici visto che il materiale fotografico utilizzato con estrema attenzione è stato magnificamente calibrato sui toni della narrazione e diventa complementare all’estetica del film realizzato. E quando la macchina da presa si muove tra i luoghi che Lennon frequentava da ragazzo – e che oggi sono diventati i posti di un ideale tour della ‘memoria’ - sono le canzoni dei Beatles (“Strawberry Fields” tra queste) a fare da commento sonoro alle immagini. Anche i più assidui, avidi, fedeli e ossessivi conoscitori dell’arte di John Lennon, troveranno in questo film argomentazioni inedite sul loro beniamino, come per esempio alcuni dettagli assolutamente sconosciuti ai più sulla formazione dei Quarrymen, il gruppo ‘skiffle’ in cui Lennon ha militato prima di fondare i Beatles. Che la qualità del docu-film sia alta non deve sorprendere più di tanto poiché il regista artefice di questa operazione, Roger Appleton, è pure conosciuto per un altro importante documentario, quel “Get Back” che passa in rassegna le mille e più band hanno pullulato sulla scena feconda di Liverpool, tra cui ‘of course!” i Beatles, il cui avvento è stato semplicemente rivoluzionario. Era solo un teenager John quando nel 1956 i Quarrymen si componevano e la ricostruzione di quel periodo è affidata proprio agli amici con cui venne condivisa l’esperienza, i quali mostrano perfino gli strumenti musicali allora utilizzati e fatti in casa. In passato ci sono stati film che si sono occupati degli anni giovanili di John Lennon, e mi riferisco a “Backbeat - Tutti hanno bisogno d'amore”, diretto nel 1993 da Iain Softley ed interpretato da Stephen Dorff e Sheryl Lee, e “Nowhere Boy” (2010), per la regia di Sam Taylor-Wood (con Aaron Johnson e Kristin Scott Thomas), che hanno di certo provato a perpetuare il mito dell’artista ma restavano pur sempre racconti di ‘fiction’, a differenza di “Looking for Lennon” che di fatto – mi si perdoni il gioco di parole – racconta i fatti. E dopo averlo visionato, possiamo affermare che “Looking for Lennon” di Roger Appleton supera la sua natura contingente e si colloca tra i più significativi documentari sulla storia del Rock.

Sotto il profilo tecnico il Blu-Ray realizzato da Koch Media è impeccabile sia per la qualità delle immagini – ricordate sempre che vengono riprodotte fotografie dell’infanzia e dei luoghi dove ha vissuto John – che per il sonoro che, vista la natura documentaristica, è offerto in un solido e più che soddisfacente DTS-HD Master Audio 2.0, sia per la traccia italiana che per quella originale inglese. Come Extra c’è il solo Trailer originale.

 

(Luigi Lozzi)                                             © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

Galleria immagini


(immagini per cortese concessione della Koch Media)

 

 

 

 

NOTE TECNICHE
Il Film

LOOKING FOR LENNON 

(Looking For Lennon)
Gran Bretagna, 2017, 94’
Regia: Roger Appleton
Cast: John Lennon.

Informazioni tecniche del Blu-Ray

Aspect ratio: 1.77:1 1920x1080p/ MPEG-2

Audio: Italiano, Inglese DTS-HD Master Audio 2.0
Distributore: Koch Media