Home Video

IL GRANDE LEBOWSKI di Joel & Ethan Coen in Blu-Ray 4k Ultra HD

 

 

 

 

 

Negli anni è diventato uno straordinario ‘Cult Movie’ ed è più che giustificato se, per celebrare il 20° compleanno de “Il Grande Lebowski”, diretto nel 1998 da Joel & Ethan Coen, siano state predisposte – per un ritorno in grande stile - pubblicazioni speciali particolarmente ghiotte per gli appassionati del film e per i collezionisti tutti. Intanto è uscita una apprezzabile edizione in 4K ULTRA-HD che va incontro alle esigenze di un pubblico sempre più folto di fruitori dell’Alta Definizione che si è convertito alla qualità del 4K.
 

 

 

Il Grande Lebowski” è uno dei gioielli della filmografia dei fratelli Joel e Ethan Coen, che pure possono contare su altri importanti opere nel loro curriculum (si pensi a “Fargo”, “Crocevia della Morte”, “Fratello, dove sei?”, “L’uomo che non c’era”, “Ladykiller”, “Non è un paese per vecchi”, “A proposito di Davis”, ma non sono gli unici film a meritare attenzione), ed approda nel formato 4k ULTRA-HD per favorire l’ampliamento dei titoli messi a disposizione degli appassionati pur non avendo – alla prova della visione domestica - precipue caratteristiche d’imporsi alla generale attenzione per qualità tecniche. Il film, all’apparenza stupido ed insensato, è invece divertente, ricco d’inventiva e di ironia, ricco di sfumature cinefile, confezionato con classe indubbia dai due fratelli, scritto con efficacia ed interpretato alla grande da un gruppo di attori in assoluto stato di grazia, ed è stato spesso oggetto di articoli e saggi approfonditi. Una sorta di ‘black comedy’ che vira verso il noir alla stregua di altri pregevoli lavori (il già citato “Fargo”) dei colti e cinefili fratelli provenienti dal Minnesota. Venne girato all’epoca in 35mm utilizzando una cinepresa Arriflex e lenti sferiche. È la storia del pigrissimo e disoccupato Jeffrey Lebowski, detto Drugo, che per un errore di persona viene scambiato per un miliardario e si ritrova nel bel mezzo di una losca vicenda di intrighi (‘alla Chandler’, per dirla in termini da giallisti: tant’è che la trama è parzialmente ispirata al romanzo “Il Grande Sonno” dello scrittore di Chicago, il più importante autore di narrativa ‘hardboliled’) e rapimenti in quel di Los Angeles. Tutto ruota intorno al desiderio di soldi e di potere. Le cose vanno in questo modo: due loschi individui, ingaggiati dal pornografo Jackie Treehorn fanno irruzione nell’appartamento di Lebowski – senza lavoro ma assiduo frequentatore delle sale di bowling - per intimargli di provvedere al pagamento dei debiti contratti dalla moglie con il loro boss. In realtà, a causa di una omonimia, c’è stato uno scambio di persona ed i due scagnozzi hanno sbagliato persona e, una volta compreso l’errore, prima di andar via irritati non fanno di meglio che urinare sul tappeto collocato nell’ingresso di casa del Drugo. Lebowski scampato l’inatteso pericolo è determinato a far valere i suoi diritti e, per ottenere la sostituzione del tappeto rovinato, si reca nell’abitazione del vero bersaglio dei due sicari: il miliardario di Pasadena suo omonimo, Jeffrey Lebowski. La situazione si complica quando Drugo, sul malgrado e con noncurante leggerezza, rimane invischiato nel rapimento della moglie del ricco magnate, con conseguenze paradossali… Nell’universo folle e geniale, surreale e stravagante, creato dai fratelli Coen alcune caratterizzazioni sono sublimi come quella di John Turturro nei panni di Jesus Quintana, un latino-americano maniaco professionista del bowling, o quella di John Goodman che è Walter Sobchak, il miglior amico del Drugo, un reduce del Vietnam dal temperamento violento sempre pronto a menar le mani (il personaggio ha ispirato Maurizio Crozza per il personaggio di Napalm51 nel suo “Fratelli di Crozza” televisivo) o quella dell’attonito e bonario Steve Buscemi o Julianne Moore, che indossa i panni di un'artista bizzarra che sembra non identificarsi per nulla con la sua famiglia; personaggi che ruotano intorno all’inarrivabile protagonista Jeff Bridges nei panni di Drugo, un nostalgico menefreghista degli anni Settanta, disilluso e sciattamente vestito con maglioni enormi, ciabatte e pantaloni ultra-comodi. Una adeguata colonna sonora, composta da brani assai variegati ma incisivi (tra gli altri ricordiamo “My Mood Swings” di Elvis Costello, “The Man in Me” di Bob Dylan, “I Got It Bad and That Ain't Good” di Nina Simone, “Ataypura” di Yma Sumac, “Just Dropped In” di Kenny Rogers, “Dead Flowers” di Townes Van Zandt, “Lujon” di Henry Mancini), aiuta ancor meglio a calare la narrazione nel climax grottesco e paradossale del film del quale Direttore della Fotografia è stato il grande Roger Deakins, attivo dal 1984, abituale collaboratore dei fratelli Coen ma anche artefice della riuscita di film quali “The Village” di M. Night Shyamalan, “007 – Skyfall” di Sam Mendes, “Blade Runner 2049” (2017) di Denis Villeneuve per il quale ha vinto il suo primo Oscar dopo aver raccolto ben 14 ‘Nomination’. Nel 2014 “Il Grande Lebowski” è stato scelto per essere preservato nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

TECNICA

L’edizione appena pubblicata, come detto, non è del tutto impeccabile alla luce degli standard dei prodotti d’Alta Definizione odierni, ma di gran lunga migliorativa del DVD edito a suo tempo, nel 2002 (e poi in Blu-Ray nel 2010), dalla Cecchi Gori Home Video del tutto inguardabile e video e audio pessimi. Nel 2012 la Universal ne ha migliorato la qualità con una buona edizione in Blu-Ray ed ora arriva in commercio questa in 4K + Blu-Ray, sempre Universal Pictures, che ha messo finalmente a posto le cose, rendendo giustizia ad un film da possedere assolutamente. Proposto in Ultra HD da scansione 4K da master interpositivo (e range dinamico in HDR10) e aspect ratio 1.85:1. Vi si coglie un leggero velo di grana che comunque non inficia la piacevolezza della visione domestica. Il 4K dona qualità e dettaglio alle immagini, ricchezza nei particolari, luminosità e compattezza come fino ad oggi non era stato possibile beneficiare. Riepilogando: sull’aspetto video non è un film da considerare ‘di riferimento’ ma certamente così non si era mai visto in precedenza nell’Home Entertainment. Il Comparto Audio è stato ‘elevato’ (per il 4K) dal 5.1 DTS-HD Master Audio del Blu-Ray al DTS:X, ed il mix sonoro, solido, ha ottenuto un miglioramento sì, ma non veramente sostanziale. L’edizione in 4k ULTRA-HD giunta sul mercato ad opera della Universal Pictures Home Entertainment Italia, come da abitudine consolidata negli ultimi tempi, contiene anche la versione in Blu-Ray; inoltre, per i 20 anni dall’uscita al cinema del film ‘cult’, è disponibile pure una Collector's Edition in un box che comprende anche divertenti gadget legati alla mitologia del film. Blu-Ray, Ultra HD e oggetti da collezione sono contenuti in una borsa da bowling che riproduce quella di Drugo: al suo interno ci sono una minipalla da bowling portapenne e un tappetino di stoffa multiuso, con la scritta ‘Big Lebowski’, che è proprio identico a quello del protagonista e da cui prende avvio la vicenda raccontata nel film e una custodia speciale per i dischi del film, ovvero un mini-cardigan beige dai disegni geometrici, identico a quello indossato dal Drugo, che avvolge i dischi. Il prezzo di 99,90 euro è certamente alto ma il collezionismo dei devoti fan del culto ‘drugidico’ e la tiratura limitata possono come sempre fare miracoli. I Contenuti Speciali della Collector's Edition per il ventennale Universal di “Il Grande Lebowski” sono quanto mai ricchi e contemplano featurette e speciali: “La Vita del Drugo” (10’08”), “Un’introduzione speciale” (4’40”), “Il Drugo sa aspettare: Il Grande Lebowski 10 anni dopo” (10’27”), “La Lebowski Fest: Storia di un uomo di successo” (13’53”), “Sogni di tappeti volanti e birilli: la sequenza del sogno del Drugo” (4’20”), “Making of The Big Lebowski” (24’35”), una Mappa Interattiva (14 segmenti), un Album Fotografico di Jeff Bridges (17’30”), una Galleria Fotografica (3’25”), “No Kid Hungry PSA” (0’32”) ed altro ancora.

 

(Luigi Lozzi)                                                          © RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Galleria immagini


(immagini per cortese concessione della Universal Pictures)

 

 

NOTE TECNICHE
Il Film 

IL GRANDE LEBOWSKI (4K ULTRA HD)
(The Big Lebowski)
Usa, 1998, 117’
Regia: Joel & Ethan Coen
Cast: Jeff Bridges, John Goodman, Julianne Moore, Steve Buscemi, David Huddleston, Ben Gazzarra, David Thewls, John Turturro.
Informazioni tecniche del Blu-Ray

4K ultra HD
Aspect ratio: 1.85:1 2160p/UHD HDR10
Audio: Inglese DTS:X Master Audio/Italiano,Ceco,Russo DTS Digital Surround 5.1
BLU-RAY
Video: 1,85:1 / HD 1920x1080p 
Audio: Italiano, Inglese DTS-HD Master Audio 5.1
Distributore: Universal Pictures Home Entertainment Italia (4K ULTRA HD + BLU-RAY)

 

 

 

Il grande Lebowski – Collector’s edition arriva a partire dal 24 ottobre, nell’anno del suo 20° anniversario con un’edizione limitata per farci gustare questo classico intramontabile come se fosse la prima volta. Proprio per la prima volta, infatti, potrete gustarvi il capolavoro dei fratelli Coen nell’imperdibile formato 4K Ultra HD. La Collector's Edition contiene due dischi contenente il film in versione 4K Ultra HD e in versione e Blu-RayTM arricchiti da numerosi contenuti speciali e gadget dedicati assolutamente irrinunciabili. All’interno della confezione: la speciale borsa porta-palla da bowling del film, il porta-penne a forma di palla da bowling del Drugo, l’esclusiva custodia del film a forma di mini-cardigan del Drugo ed il panno di stoffa che riproduce il famoso tappeto del Drugo.

 

INFORMAZIONI TECNICHE – IL GRANDE LEBOWSKI
Genere: Commedia
Dischi: 2
Durata: 118 minuti ca.
Video:
Audio: Inglese DTS-HD Master Audio 5.1; Italiano, Tedesco, Francese, Spagnolo DTS Digital Surround 5.1
Sottotitoli: Italiano, Inglese, Tedesco, Spagnolo, Francese, Giapponese, Danese, Olandese, Finlandese, Coreano, Portoghese, Svedese, Islandese
Contenuti Speciali: • La vita del Drugo • Un’introduzione speciale • Il Drugo sa aspettare • La Lebowski Fest • Sogni di tappeti volanti e birilli • E molto altro!

 

 

 

 

 

Privacy & Cookie Policy

Privacy Policy Cookie Policy

Movie Library

IMAGE CLIP ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE COMMEDIE ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE DRAMMATICI   ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film...
IMAGE ACTION THRILLER ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE HORROR & FANTASCIENZA ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...
IMAGE VIDEO LIBRARY ALL THAT DIGITAL ha selezionato per i suoi lettori una COLLECTION di Video-Clip e di Film Completi...

Una clip al giorno...

IMAGE Temptations - Papa Was a Rollin' Stone [1972] Ed ecco l'altro brano che agli inizi dei Settanta rivoluzionò la Black Music di matrice Soul,...
IMAGE Isaac Hayes - Theme from Shaft [1971] Con questo  brano, colonna sonora del film "Shaft" (1971, diretto da Gordon Parks), Isaac Hayes...
IMAGE Adriano Celentano - Una carezza in un pugno [1968] Una delle canzoni più amate di Adriano Celentano (ed una delle mie preferite) uscì nel 1968 come...
IMAGE Van Der Graaf Generator - Theme One [1971] Prima ancora d'essere apprezzati nella patria Inghilterra i Van Der Graaf Generator venivano...
IMAGE Franco Battiato - Bella ragazza [1969] Agli inizi della carriera, ben prima della svolta con la sua musica d'avanguardia con i suoi album...
IMAGE Ribelli - Nel sole, nel vento, nel sorriso, nel pianto [1968] Il bellissimo brano - uno dei miei preferiti - che Lucio Battisti regalò ai Ribelli nel '68,...
IMAGE Chuck Berry - You Never Can Tell [1964] "You Never Can Tell", pezzo di rock'n'roll di Chuck Berry del 1964, pubblicata nell'album "St....

Siti consigliati